Questo sito contribuisce alla audience di

7 consigli per aziende che pensano al web 2.0

In ritardo rispetto al resto del mondo, le aziende italiane stanno cominciando a prendere in considerazione i social network e gli altri strumenti del cosiddetto web 2.0. E, come spesso accade nel nostro[...]

In ritardo rispetto al resto del mondo, le aziende italiane stanno cominciando a prendere in considerazione i social network e gli altri strumenti del cosiddetto web 2.0. E, come spesso accade nel nostro paese, alcune di loro perderanno un po’ di tempo e di denaro seguendo consigli di presunti esperti. D’altronde, i pionieri sono sempre coloro che fanno la fatica maggiore. Ecco quindi sette consigli dispensati da una persona che si occupa di queste tematiche, Bart De Waele (Netlash). 1) nessuno leggera’ il tuo blog se non proporrai contenuti preziosi, unici e pertinenti. E, ammesso che questi contenuti ci siano, servira’ del tempo affinche’ questi possano stimolare delle conversazioni in grado di fidelizzare gli utenti. 2) Quel che vale per il blog, vale anche per il profilo su Twitter al quale va aggiunto anche il giusto mix di personalita’ e curiosita’. 3) Su Facebook, i fan non ci saranno finche’ essi non troveranno argomenti e informazioni coinvolgenti. 4) Nel caso, l’azienda volesse aprire una personale piattaforma sociale, dovra’ tener conto del fatto che le persone lo frequenteranno soltanto quando vi si sentiranno a loro agio. 5) Sempre nel caso di un social network aziendale, gli utenti non produrranno contenuti fino a quando non avranno la sensazione di far parte di una vera e propria comunita’ fondata su interessi comuni e gestita in modo ottimale. 6) Nessuna grande idea diventa virale in automatico. Soltanto una comunicazione costruita sulla base di un’innovativa strategia marketing potra’ sperare di compiere il miracolo della viralita’. 7) Nessuna azienda che entra sui siti sociali puo’ pensare di poter fare a meno della collaborazione dei propri dipendenti e collaboratori. Sono loro il motore delle iniziative e vanno formati, incoraggiati, sostenuti, entusiasmati…

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Anna Bartolini

    07 Apr 2010 - 12:20 - #1
    0 punti
    Up Down

    Concordo pienamente, prende molte ore scovare notizie e dare info appetibili alle persone!