Questo sito contribuisce alla audience di

Social network chiude per troppo successo

C’e’ un social network, chiuso perche’ ha avuto troppo successo. E il suo creatore, uno studente britannico d’informatica, per questa esagerata diffusione sul web, e’ stato[...]

C’e’ un social network, chiuso perche’ ha avuto troppo successo. E il suo creatore, uno studente britannico d’informatica, per questa esagerata diffusione sul web, e’ stato sanzionato dalla sua scuola: l’University College of London gli ha inflitto ben 300 sterline di multa oltre, appunto, all’immediata chiusura del sito “incriminato”, il suo FitFinder. Eppure, il ventunenne Rich Martell non aveva fatto altro che eseguire il compito scolastico che gli era stato affidato, ovvero quello di realizzare una piattaforma sociale. Lui l’aveva strutturata un po’ come Facebook con in piu’ la possibilita’ di cinguettare in stile Twitter. E proprio questa fusione fra i due maggiori siti sociali dell’universo d’internet aveva colpito nel segno tanto da scatenare un potente passaparola fra i giovani londinesi, che vi si sono iscritti a frotte. Va detto, che un altro motivo del successo, e’ senz’altro da attribuire al fatto che il giovane Martell non aveva attuato nessun tipo di controllo su quanto si scambiavano gli utenti fra di loro e questo ha, chiaramente e velocemente, dirottato il contenuto della maggioranza dei messaggi verso il pianeta “sexy” e verso incontri, spesso, a sfondo sessuale. Tutto questo e’ stato ritenuto disdicevole dai suoi professori per l’immagine dell’universita’. E dovendo ancora conseguire il diploma, pare che Rich Martell abbia scelto di pagare la sanzione anche se questo gli ha impedito di ricevere una grave insufficienza in condotta. E pensare che FitFinder aveva raggiunto in sole quattro settimane addirittura cinque milioni di iscritti. Adesso, andando sulla home, si trova una petizione per la sua riapertura: le firme sono ormai sulle diecimila…