Questo sito contribuisce alla audience di

Twitter, curiosita' e dati

Tutto quello che avreste voluto sapere su Twitter, ma non avete mai osato chiedere. Ecco 17 gruppi di tabelle grafiche, che riassumono sotto ogni punto di vista (o almeno, quelli piu’ importanti)[...]

Tutto quello che avreste voluto sapere su Twitter, ma non avete mai osato chiedere. Ecco 17 gruppi di tabelle grafiche, che riassumono sotto ogni punto di vista (o almeno, quelli piu’ importanti) cio’ che il sito che cinguetta e’ stato, cio’ che e’ e cio’ che sara’. Ma anche le sue influenze sulla societa’, sull’uso dei media, sul coinvolgimento di personaggi piu’ o meno famosi (a partire dal presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama). Si tratta di decine di infografiche riassunte su questa pagina. Vediamo qualche dato preso a random. Tanto per cominciare, l’evoluzione dei tweet a partire dall’apertura del sito avvenuta nel marzo del 2006: da 0 a 10 miliardi di cinguettii in quattro anni precisi, dato che il traguardo e’ stato tagliato nel marzo del 2010. In un altro grafico, viene esplorato il rapporto di Twitter con Facebook con tanto di stime di valore. Statisticamente, ogni 100 tweet sono composti da “inutili” (40%), di “conversazione” (38%), “degni di stima” (8%), “egoisti” autopromozionali (8%) e “spam” (4%). Twitter registra 180 milioni di utenti unici al mese, ha 105,779,710 utenti registrati e guadagna 300mila nuovi iscritti ogni ventiquattr’ore. L’azienda da’ lavoro a 175 persone e assolve 600 milioni di ricerche al giorno. Qualche informazione sulle attivita’ di chi twitta: il 24% non ha nemmeno una persona che lo segue, il 19% ha meno di 10 “seguitori”, il 40% segue meno di 10 altri utenti, il 97% ha meno di 100 follower, mentre l’81% ne segue a sua volta meno di 100, il 36% ha piu’ seguitori rispetto al numero degli account che segue. Il traffico su Twitter e’ composto per il 25% da click generati all’interno del sito stesso e per il 75% da utenti provenienti da siti esterni…