Questo sito contribuisce alla audience di

La rinascita del buono sconto

In principio fu Groupon. Ovvero la rinascita del coupon dei gruppi d’acquisto. Ha avuto (ed ha) un tale successo negli Stati Uniti d’America che la sua formula e’ stata esportata in ogni[...]

In principio fu Groupon. Ovvero la rinascita del coupon dei gruppi d’acquisto. Ha avuto (ed ha) un tale successo negli Stati Uniti d’America che la sua formula e’ stata esportata in ogni angolo di mondo. A partire dall’Europa dove CityDeal ha ricevuto, pare, 4 milioni di euro, per diffondersi in tutti i paesi dell’unione. Molte anche le copie nazionali (in Italia ne sono nati almeno una decina). Ma il vecchio continente non e’ come il nuovo (fra tutti i problemi emergono il digital divide e la scarsa propensione all’uso dei buoni sconto) per cui gli affari languono, specialmente nel Bel Paese. Ma ecco all’orizzonte, la nuova frontiera: portare i coupon sugli smartphone. Come al solito, negli Usa sono gia’ un bel passo avanti a noi e l’hanno battezzato “mobile couponing”. Secondo le previsioni di Nielsen, nel 2011, gli smartphone dilagheranno a macchia d’olio diventando la maggioranza a scapito dei vecchi cellulari “semplici”. E le compagnie di marketing sono al lavoro per trovare le migliori occasioni d’investimento per cavalcare le potenzialita’ come veicoli d’acquisto offerte dai dispositivi mobili. Una start-up del settore prevede che fra 3 anni saranno gia’ 200 milioni le persone che sfrutteranno i coupon veicolati in mobilita’. Le opportunita’ sono molte e sono soprattutto legate alla geolocalizzazione: una volta localizzato grazie al Gps, l’utente inserisce le sue richieste e l’applicazione dara’ tutte le risposte di cui dispone per soddisfarne le aspettative. In pratica, spiegano gli esperti, e’ gia’ in atto un epocale cambiamento nel rapporto fra chi offre e chi cerca. Le aziende entrano in possesso di informazioni alle quali non hanno mai avuto accesso fino ad oggi (dati sensibili, personali e profili abitudinari, ovvero il targeting comportamentale). E i consumatori hanno la possibilita’ di risparmiare (in tempo reale e nel luogo in cui si trovano) come mai prima d’oggi. Il tutto grazie ad offerte varie, spesso legate al raggiungimento di un numero minimo di aderenti all’opportunita’…

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Marinella

    09 Jul 2010 - 16:07 - #1
    0 punti
    Up Down

    Ciao, vorrei soltanto segnalare che il link al sito CityDeal non è quello giusto. L’indirizzo esatto del sito italiano del gruppo Groupon è www.citydeal.it. CityDeals con la “s” finale non c’entra niente con Groupon. Buon week-end! :)