Questo sito contribuisce alla audience di

Motori di ricerca, la battaglia continua

La battaglia per la supremazia nella ricerca su internet prosegue a svolgersi senza sosta. Certo, la leadership continua ad essere saldamente in mano a Google, ma le acque sono agitate. Lo sono[...]

La battaglia per la supremazia nella ricerca su internet prosegue a svolgersi senza sosta. Certo, la leadership continua ad essere saldamente in mano a Google, ma le acque sono agitate. Lo sono dall’inizio del 2009, ovvero da quando Microsoft annuncio’ di avere acquisito il motore Bing da un giovane italiano, Lorenzo Thione. Un annuncio clamoroso nel quale si sosteneva, che Bing (subentrato a Live Search nel giugno del 2009) avrebbe, in poco tempo, surclassato Google grazie al fatto di adoperare, in anteprima mondiale, l’analisi logica grammaticale. Cosa che, invece, il motore di Mountain View ignora, essendo stato realizzato negli Stati Uniti d’America. Bing, per ora, ha conquistato qualcosa come il 6% del mercato, quindi e’ ancora lontano dal quasi 70% di Google. In ogni caso, Google ha deciso di muoversi su vari fronti facendo diverse acquisizioni chiave. Fra queste, anche quella di Metaweb, societa’ specializzata in web semantico. Grazie alla tecnologia sviluppata da quest’azienda, Big G potrebbe permettersi di migliorare notevolmente la qualita’ delle ricerche effettuate sul suo motore. L’idea che sta alla base del database implementato da Metaweb e’ l’entita’, ossia l’elemento che rappresenta elementi del mondo reale come un film, una persona, un libro, una societa’. Utilizzando queste entita’, dovrebbe diventare molto piu’ agevole confrontare fra loro le diverse informazioni e superare cosi’ quelle ambiguita’ che fanno ancora parte della ricerca testuale tradizionale…