Questo sito contribuisce alla audience di

Ted, 18 minuti di follia creativa

Ted, acronimo di Technology, Entertainment & Design, e’ una conferenza dove nessun intervento puo’ superare i 18 minuti. Nata negli Usa nel 1984, ha portato alla ribalta le pietre miliari[...]

Ted, acronimo di Technology, Entertainment & Design, e’ una conferenza dove nessun intervento puo’ superare i 18 minuti. Nata negli Usa nel 1984, ha portato alla ribalta le pietre miliari della moderna tecnologia (i primi pc, cd-rom etc) e ha visto come oratori personaggi come Larry Page e Sergey Brin (fondatori di Google), Jimmy Wales (Wikipedia), James Dewey Watson (premiato col Nobel), Bill Clinton (ex presidente Usa), Jeremy Rifkin (scienziato) e migliaia di altri come, ad esempio, Bill Gates (Microsoft), Bono (U2), Michelle Obama (moglie del presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama), James Cameron, Gordon Brown oppure come Matt Ridley che ha intitolato il suo ultimo intervento “When Ideas have Sex”. Si’, perche’ il fatto di dover condensare il tutto in poco piu’ di un quarto d’ora rende (deve rendere) creativi gli oratori: il pubblico pagante (ognuno di loro spende diverse migliaia di dollari a testa, a patto che sia stato invitato), formato da non piu’ di 300 persone alla volta, deve comprendere (o apprendere) con semplicita’. Tutto e’ permesso: colonne sonore, performance, canti, recitazioni, scenografie, fumetti… C’e’ chi li chiama diciotto minuti di brillante follia grazie anche al fatto che a cimentarsi sul podio sono le menti piu’ geniali del pianeta. Ted ha creato una comunita’ dalla quale sono nate iniziative come la rivista Wired, il laboratorio media del Mit (Massachusetts Institute of Technology). Una community in cui ci si confronta su economia, scienza, tecnologia, pedagogia, arte, politica, matematica… La finalita’ e’ quella di individuare grandi idee degne di essere diffuse per cambiare in meglio la vita di tutti noi. Nessun relatore e’ pagato, ma ogni anno tre di loro (le cui proposte hanno maggiori potenzialita’ di cambiare il mondo) ricevono un cospicuo premio in denaro…