Questo sito contribuisce alla audience di

Musica illiminata con abbonamento

Musica on line su abbonamento. Sicuramente Dada con il suo music store Play.me ha percorso questa strada quando la maggioranza dei siti non ci pensava nemmeno. E oggi sta raccogliendo, giustamente, i suoi[...]

Musica on line su abbonamento. Sicuramente Dada con il suo music store Play.me ha percorso questa strada quando la maggioranza dei siti non ci pensava nemmeno. E oggi sta raccogliendo, giustamente, i suoi frutti. Ma adesso, la sua formula e’ diventata quella che stanno per adottare in molti e che, nel settore dell’editoria, la maggioranza ha gia’ adottato da diverso tempo. Come ad esempio il New York Post, che in un recente articolo ha paragonato il proprio modello di business, appunto, la sottoscrizione di un contratto, a quello che starebbe per intraprendere il piu’ famoso dei negozi sul web, l’iTunes di Apple. Proprio il sito che deve la sua fortuna alla vendita di brani a 99 centesimi, starebbe, secondo il Nypost, pensando di rivoluzionare tutto mettendo in vendita la musica dietro il pagamento di abbonamento mensile. In particolare, iTunes avrebbe gia’ in essere delle avanzate contrattazioni con la case discografiche affinche’ si convincano che offrire agli utenti un catalogo illimitato di canzoni su abbonamento sia piu’ proficuo che venderle una ad una. Insomma, se le anticipazioni del giornale newyorkese si dovessero rivelare esatte, stiamo assistendo ad una svolta epocale da parte dell’azienda guidata da Steve Jobs…