Questo sito contribuisce alla audience di

Piu' religione, piu' benessere

La spiritualita’ aiuta a vivere meglio. E’ una realta’ che la Gallup ha deciso d’investigare a fondo intervistando telefonicamente un campione casuale di quasi 550mila adulti (dai[...]

La spiritualita’ aiuta a vivere meglio. E’ una realta’ che la Gallup ha deciso d’investigare a fondo intervistando telefonicamente un campione casuale di quasi 550mila adulti (dai 18 anni in su’), che vivono in tutti gli Stati nordamericani. I ricercatori hanno individuato tre gruppi principali sulla base di due domande principali: l’importanza della religione e la frequenza di un luogo di culto. Ecco, allora, i molto religiosi, i moderatamente religiosi e i non religiosi. Il primo segmento e’ composto dal 43,7% della popolazione adulta statunitense: ognuno degli appartenenti dichiara di frequentare regolarmente un luogo di culto almeno una volta alla settimana. Il secondo, invece, ne rappresenta il 26,6%. Il terzo (quello definito “non religioso”) e’ formato dal 29,7% degli adulti nordamericani, i cui aderenti sostengono che la religione non sia importante nel loro quotidiano e che, quindi, e’ un fatto raro che possano visitare una chiesa, una sinagoga, una moschea o un altro luogo dedicato al culto. Precedenti ricerche avevano messo in luce che il benessere legato alla religiosita’ si doveva definire in base alla frequentazione di chiese, alla personale importanza data alla religione e, naturalmente, anche in base all’eta’, al sesso, alla razza e all’etnia, alla residenza, allo status socio-economico, allo stato civile e all’eventuale stato di gravidanza. Ma, approfondendo le risposte, si evidenzia che il maggior benessere viene raggiunto da chi pratica la spiritualita’. Forse, ipotizzano alla Gallup, si tratta di un risultato fra diverse cause-effetto: chi sta bene economicamente e’ chiaramente piu’ facilitato nel raggiungimento di stati di benessere, ma, a prescindere dallo stato economico-sociale, chi si dedica alla propria ricerca spirituale e’ piu’ portato all’interazione sociale e, quindi, ad arricchirsi la vita, ridurre l’ansia e fronteggiare con piu’ ottimismo eventuali problemi della propria vita…