Questo sito contribuisce alla audience di

Cresce l'acquisto on line di musica e software

Gli uomini sono ben piu’ disposti delle donne a comprare software su internet (40% contro il 26%). Per quanto riguarda altri beni immateriali, le differenze in base al genere e’ quasi[...]

Gli uomini sono ben piu’ disposti delle donne a comprare software su internet (40% contro il 26%). Per quanto riguarda altri beni immateriali, le differenze in base al genere e’ quasi inesistente dato che si aggira al massimo sul due per cento. Sono alcuni dei dati venuti alla luce dalla prima indagine sulle vendite on line di contenuti digitali mai realizzata. La ricerca e’ stata eseguita da Pew Research Center su un campione rappresentativo di cittadini nordamericani ed esclude ogni tipo di bene fisico acquistabile on line. Il 75% degli intervistati ha affermato di navigare su internet e che nel 65% dei casi e’ disposto a mettere mano al portafoglio per fare acquisti di beni digitali come brani musicali, programmi, informazione. La spesa media per ogni intervistato che ha dichiarato di dedicarsi alle compere varia da minimo 1 dollaro a massimo 30 dollari. Cio’ che piace di piu’ sono musica e software, seguiti da applicazioni mobili e, quindi, da videogiochi. Sul fronte dell’informazione, il 18% ha ammesso di aver pagato per poterne fruire. Mentre il 16% ha comprato spettacoli televisivi o film. Il 10%, infine, ha acquistato ebook, i famosi libri elettronici. Altro dato da segnalare, quello che si riferisce al grado d’istruzione. L’acquisto di musica e’ piu’ alto nella fascia dei laureati (43%) mentre langue un po’ (23%) fra chi non ha frequentato l’universita’. Pare che coloro i quali ascoltano musica on line (come, per esempio, su play.medi Dada) siano piu’ propensi al successivo acquisto…