Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Speranze editoriali per l'iPad

    L’iPad non pare essere la soluzione definitiva per l’editoria. E i contenuti giornalistici sembrano continuare a non trovare la loro forma ottimale di diffusione digitale. Alcuni esperti[...]

  • L'e-book fa capolino

    Piano piano, gli editori italiani stanno accorgendosi dell’editoria digitale e del fatto che esista un target di lettori disposti a leggere e ad informarsi utilizzando device tecnologici. Il 44esimo[...]

  • Primo quotidiano solo per iPad

    Rupert Murdoch, forse il piu’ importante editore del pianeta, continua la sua battaglia contro la gratuita’ dei contenuti su internet. Per ora, le sue iniziative non hanno sortito grandi[...]

  • Web, governo russo vuole piu' controllo

    Google sembra proprio non piacere agli stati che glorificano se stessi. Lo si vede, ad esempio, in Francia dove gli editori vogliono un motore autonomo per gestirsi in santa pace la vendita dei loro[...]

  • Editori francesi combattono Google

    I francesi, si sa, tendono all’esaltazione della propria nazione e del proprio popolo. Per cui, non sorprende piu’ di tanto la notizia che vorrebbero realizzare un motore di ricerca in grado[...]

  • Ebook, ultima spiaggia per l'editoria

    Dopo il forzato entusiasmo per l’iPad, gli editori fanno un passo indietro e rifocalizzano le loro aspettative sugli ebook. Pare che il punto sia che nessuno, in realta’, sappia davvero come[...]

  • Modello vincente d'editoria on line

    La rete avanza inesorabilmente e l’editoria tradizionale stenta a comprenderlo. D’altronde, la maggior parte dei giornalisti italiani che lavorano nel mondo della carta stampata e della[...]

  • Pink Floyd bloccano la vendita dei singoli brani

    Internet e contenuti, un binomio che toglie il sonno soprattutto a case discografiche e aziende editrici. D’altronde, passare dall’atomo (dischi, libri e giornali) al bit (mp3, ebook) non[...]