Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Pochi minuti per creare un'app

    Le applicazioni per i terminali mobili stanno vivendo un momento d’oro. Inventate da Apple per il suo iPhone (e poi per l’iPod e, adesso, per l’iPad) hanno avuto un tale successo da[...]

  • I regali di chi oggi ha 30 anni

    I migliori regali di sempre. Un’infografica dedicata a chi e’ nato nel 1980. Una classifica amarcord che parte dai cinque anni d’eta’ ed e’ divisa fra maschi, femmine e una[...]

  • Condividere grazie ai codici a barre

    Tripadvisor ha aperto la strada alla condivisione delle recensioni turistiche sul web. I social network hanno fatto il resto. E ora sta per essere abbattuta una nuova frontiera, quella della condivisione[...]

  • Digitare piu' veloci sul touchscreen

    Si chiama Swype (da non confondersi con Skype) ed e’ l’erede del T9, il sistema “predictive text” di digitalizzazione veloce diffuso, ormai da anni, sui cellulari di tutto mondo.[...]

  • I rapporti di forza fra Apple, Microsoft e Google

    Nell’immaginario collettivo, Apple e Microsoft sono un po’ come David e Golia. E Google e’ il terzo incomodo. Ma c’e’ chi e’ si e’ messo a fare due conti sui[...]

  • Il business delle applicazioni

    Il valore delle applicazioni per i terminali mobili vale oggi circa 3 miliardi di euro. Nel 2013, le previsioni sostengono che arrivi ad un valore attorno ai 22 miliardi di euro. Attualmente il leader del[...]

  • 10 cose da dimenticare nel 2010

    Le dieci cose da non comprare piu’ in questo nuovo anno. Si tratta di una classifica stilata da SmartMoney per annunciare la prossima (possibile) scomparsa di oggetti e servizi che fino a pochi anni[...]

  • Gli editori sperano nell'eReader

    Gli editori di quotidiani continuano la loro ricerca del Santo Graal, ovvero come farsi pagare la lettura delle proprie notizie su internet. Qualcuno oserebbe ripetere una vecchio detto “Chiudere la[...]

  • Monetizzare i contenuti online

    Prosegue il dibattito sui possibili modelli di business per i contenuti scritti online. Questa volta e’ il giornale inglese Guardian a proporre una strada che e’ stata gia’ percorsa, con[...]

  • iPhone obbligatorio all'universita'

    L’iPhone affascina molte persone. Il marketing che lo ha promosso, e che tutt’ora lo sta promuovendo, e’ davvero ai massimi livelli. E proprio grazie a questo passaparola, in tutto il[...]