Questo sito contribuisce alla audience di

Gleijeses rivisita Eduardo: il mondo alla rovescia fuori dalla finestra

Un efficace accorgimento scenografico diventa simbolo della commedia cult di Eduardo De Filippo “Ditegli sempre di sì” (portato in scena al Teatro Quirino dalla compagnia del Teatro Stabile di Calabria). Nel ruolo di Michele un favoloso Geppy Gleijeses (anche regista dello spettacolo) che dona grande spessore al personaggio con la sua irresistibile interpretazione, con la sua sorprendente mimica facciale. Una commedia sulla matta coerenza. La recensione



La recensione dello spettacolo
in scena al Teatro Quirino fino al 9 aprile 2009

Il mondo alla rovescia fuori dalla finestra. Tutto sotto sopra. Un efficace accorgimento scenografico diventa simbolo della commedia cult di Eduardo De Filippo “Ditegli sempre di sì” (portato in scena al Teatro Quirino dalla compagnia del Teatro Stabile di Calabria).

La follia e la normalità si confondono in questa pièce; a volte proprio chi è considerato pazzo si rivela in grado di compiere “ragionamenti che filano”, mostrandosi più lucido di tutti coloro che sono solo apparentemente razionali.

E così Michele Murri - il protagonista della commedia - tornato alla sua vita pseudo normale, dopo un anno di manicomio, si rivela negli atteggiamenti bizzarri e nei pensieri stravaganti tanto più coerente di chi lo circonda (come della sorella Teresa, dell’ attore Luigi, di Don Giovanni, il suo padrone di casa…). Una matta coerenza, una sfrontata saggezza che si scontra con una società ottusa non in grado di accogliere e accettare il “diverso”, elemento destabilizzante da decapitare…

Nel ruolo di Michele un favoloso Geppy Gleijeses (anche regista dello spettacolo) che dona grande spessore al personaggio con la sua irresistibile interpretazione, con la sua sorprendente mimica facciale. Nel ruolo della sorella Teresa - che fu di Titina De Filippo prima e di Regina Bianchi poi - Gennaro Cannavacciuolo; originale la trovata registica di affidare il ruolo ad un attore en travesti. Sul palco anche Lorenzo Gleijeses, figlio di Geppy, nel ruolo dell’ attore-poeta Luigi Strada, estremamente buffo e divertente in particolare nella scena in cui declama dopo pranzo la poesia che vede protagonista “Sergio Proculo”.

Monica Menna

Le categorie della guida