Questo sito contribuisce alla audience di

Auditorium: record di presenze a luglio. Le novità di settembre

Dopo il record di presenze fatto registrare dalla rassegna Luglio Suona Bene al Parco della Musica (più di 60.000 spettatori hanno affollato la cavea per la settima edizione, con un incremento del 4 % rispetto allo scorso anno), l’attività della Fondazione Musica per Roma s’interrompe nel mese di agosto per la pausa estiva.

Dopo il record di presenze fatto registrare dalla rassegna Luglio Suona Bene al Parco della Musica (più di 60.000 spettatori hanno affollato la cavea per la settima edizione, con un incremento del 4 % rispetto allo scorso anno), l’attività della Fondazione Musica per Roma s’interrompe nel mese di agosto per la pausa estiva.

Tra gli appuntamenti più attesi alla ripresa di settembre la terza edizione di ¡FLAMENCO!, il Festival interamente dedicato a una delle espressioni artistiche più antiche e spettacolari dell’area del Mediterraneo.

Dal 10 al 20 settembre i più famosi artisti, provenienti da ogni angolo della Spagna flamenca, animeranno per 10 giorni le sale dell’Auditorium per rendere omaggio a quest’arte immortale. La rassegna sarà aperta dalla grande cantaora gitana Esperanza Fernández. Per il canto ci saranno anche Diego El Cigala, artista carismatico e comunicativo, acclamato alla Royal Albert Hall e all’Olympia, plurivincitore di Grammy Awards e il purista El Pele.

Due straordinari chitarristi, Cañizares e Perico Sambeat, entrambi per la prima volta in Italia, rappresenteranno el toque.

Per el baile, tre donne dalle personalità assai diverse, Fuensanta La Moneta, Isabel Bayón e la giovanissima Rocío Molina, dimostreranno che le vie del baile sono infinite. Ciascuna presenterà due spettacoli: uno più tradizionale, l’altro più sperimentale. Non mancheranno i seminari di introduzione al flamenco tenuti dal musicologo e insegnante Faustino Núñez. Si potrà inoltre visitare la mostra fotografica organizzata dall’Istituto Cervantes, partecipare a masterclass e, grande novità di questa edizione, scatenarsi il 20 settembre alla Noche de Sevilla, una grande fiesta in Piazza Navona.

Il 5 settembre Sabina Guzzanti, dopo “Varietà di protesta”, la clamorosa serata dedicata alla libertà d’informazione organizzata al Parco della Musica nel 2003 a seguito della sospensione da parte della Rai del programma Raiot, torna sul palco della Sala Santa Cecilia con “Vilipendio”, lo spettacolo scritto e interpretato dall’artista, con la regia di Giorgio Gallione. Dopo Sabina anche Corrado sceglie l’Auditorium come tappa romana del suo tour teatrale. Accompagnato dalla più piccola dei Guzzanti, Caterina, Corrado propone “Recital”, lo spettacolo del suo grande ritorno a teatro dopo anni di assenza dalle scene. Raccolta una lunga serie di successi e sold out in tutta Italia, il 27 settembre, Corrado Guzzanti incanterà il pubblico della Sala Santa Cecilia con alcuni personaggi storici, ma anche con moltissime novità ad altissimo contenuto satirico e politico che offrono uno spaccato più che mai realistico e ironico della situazione politica e sociale attuale.

E ancora a settembre, dal 20 al 24, l’Auditorium ospiterà interamente nei suoi spazi Una striscia di terra feconda, il festival franco-italiano dedicato al jazz, alle musiche improvvisate, con la partecipazione delle realtà più innovative del panorama musicale francese e italiano.

Tra gli ospiti di questa dodicesima edizione, il compositore e pianista Ludovico Einaudi che presenterà in prima assoluta il progetto « Nightbook » e la PMJO – Parco della Musica Jazz Orchestra, con un ospite d’eccezione, il clarinettista Michel Portal. Come sempre verranno presentati gruppi di giovani talenti, sia francesi (in Italia in prima nazionale) che italiani : OZMA, il duo Falzone - Angelini , il quartetto di Emile Parisien e Il Santa Cecilia Jazz Ensemble. Da segnalare infine il quintetto di Louis Sclavis, il duo Paolo Damiani e Danilo Rea, il progetto dei Quintorigo su Charles Mingus, e il ritorno del quintetto di Daniel Humair.

Nella ricca programmazione musicale dell’Auditorium posto d’onore per l’ambasciatrice della musica africana nel mondo, Oumou Sangaré. Insignita nel 2001 dell’International Music Council/Unesco Music Prize per il suo contributo “all’arricchimento e allo sviluppo della musica, della pace, della comprensione tra popoli e della cooperazione internazionale”, si esibirà l’11 settembre nella Sala Sinopoli. Il calendario serrato dei concerti prosegue il 29 settembre con Giovanna Marini. A tre anni dal suo ultimo lavoro discografico “Antologia”, che ripercorreva tutta la sua carriera artistica, la grande “pasionaria” della tradizione musicale italiana, torna in anteprima nazionale, con un nuovo disco dal titolo “Un paese vuol dire” frutto della preziosa collaborazione con il Circolo Gianni Bosio. Il 30 settembre in Teatro studio il contrabbassista William Parker inaugurerà, per la nuova stagione, ben due rassegne: Solo e Contemporanea; lo stesso giorno in Sala Santa Cecilia “la dea del rock” Tori Amos presenterà i brani del nuovo disco, uscito il 19 maggio, “Abnormally Attracted To Sin”. Il concerto è la prima data italiana del “Sinful Attraction Tour”.

La conferenza stampa di presentazione di iFLAMENCO!

Le categorie della guida