Questo sito contribuisce alla audience di

A Roma, la poesia e l'energia del flamenco

Presentato il festival iFlamenco! dal 10 al 20 settembre 2009 all'Auditorium. Saranno rappresentate le tre categorie essenziali: el cante (canto tradizionale flamenco), el toque (la musica della chitarra accompagnata dal ritmo di mani e piedi) e el baile (la danza)


iFlamenco! con il punto esclamativo alla spagnola che si pone anche ad inizio frase capovolto. E’ un grande festival settembrino, giunto alla terza edizione, presentato nella conferenza stampa all’Auditorium Parco della Musica a cui è intervenuto anche il presidente della Fondazione Musica per Roma Gianni Borgna.

Dal 10 al 20 settembre i più famosi artisti della Spagna flamenca, animeranno le sale dell’Auditorium. La maggior parte degli spettacoli sarà rappresentata in prima nazionale, molti degli artisti si esibiranno per la prima volta in Italia.

Quest’anno l’appuntamento di settembre è preceduto da una importante anteprima: Israel Galván presenta al Festival di Villa Adriana, in prima nazionale, l’apocalittico e innovativo El final de este estado de cosas, Redux.
Nel Festival saranno rappresentate le tre categorie essenziali del Flamenco: el cante (canto tradizionale flamenco), el toque (la musica della chitarra accompagnata dal ritmo di mani e piedi) e el baile (la danza).

Per el cante sarà di scena l’idolo di origine gitana DIEGO EL CIGALA; presenterà il suo nuovo progetto musicale, ideale continuazione del mitico “Lagrimas Negras”, tre volte disco di platino.ESPERANZA FERNÁNDEZ è una delle cantaores più celebri del flamenco contemporaneo, dotata di una voce ferma, vigorosa e versatile che le ha consentito di esibirsi al fianco di Paco De Lucía, Camaron de la Isla, Enrique Morente, Myriam Makeba.
Difensore della purezza e della preparazione, ma anche della ricerca artistica, EL PELE è il più interessato alle nuove forme espressive. Apprezzato da David Bowie, da Prince e da Quincy Jones.

Per el toque è stato chiamato il grande sassofonista valenciano PERICO SAMBEAT con il suo ensemble, che unisce jazz e flamenco. Ad accompagnare il gruppo, la PMJO – PARCO DELLA MUSICA JAZZ ORCHESTRA, l’eclettica big band, fiore all’occhiello della Fondazione Musica per Roma.
Il chitarrista JOSÉ MANUEL CAÑIZARES è riconosciuto internazionalmente come un genio del virtuosismo, uno dei più grandi esponenti della musica flamenca degli ultimi anni. Storico collaboratore di Paco de Lucía, Canizares.

FUENSANTA LA MONETA inaugurerà la sezione baile del Festival; è una figura di spicco della danza. ISABEL BAYÓN, danzatrice di punta dell’arte gitana, proporrà due spettacoli: Tan solo Flamenco e La puerta abierta.
Giovane ballerina di Málaga è invece ROCÍO MOLINA, di scena all’Auditorium con gli spettacoli Oro viejo e Almario, dei quali è coreografa e interprete.

Le categorie della guida