Questo sito contribuisce alla audience di

L'arte si fece infanzia

Fino al 14 febbraio alla Galleria Tartaglia Arte un'interessante mostra collettiva con una trentina di opere, di piccole e medie dimensioni, di pittura, fotografia e grafica, realizzate dai dieci artisti con stile, materiali e tecniche differenti. Ogni autore rappresenta con i propri lavori, secondo il proprio stile, il mondo dell’infanzia

GALLERIA TARTAGLIA ARTE
dal 22 gennaio al 14 febbraio 2010

mostra collettiva
L’ARTE SI FECE INFANZIA

Artisti presenti:
MAURIZIO ATTISANI
STEFANO DAVIDSON
BEPPE FRANCESCONI
ELENA GIVONE
CARLO GROSSO
BERNADETTE HAOUY
BERTINA LOPES
FRANCO MIONI
FRANCESCO TOMEI
RENZO VERDONE

La galleria Tartaglia Arte inaugura il 2010 aprendo le porte ad una esclusiva mostra collettiva dedicata alla fanciullezza, dal titolo “L’arte si fece infanzia”. La mostra comprende una trentina di opere, di piccole e medie dimensioni, di pittura, fotografia e grafica, realizzate dai dieci artisti con stile, materiali e tecniche differenti.

Fino al 14 febbraio sono in esposizione opere di valenti artisti, noti al pubblico e a collezionisti, già presentati in galleria, come Attisani, Davidson, Francesconi, Haouy, Lopes, Mioni, Tomei, Verdone, e due nuovi autori Elena Givone fotografia e Carlo Grosso pittura.
Ogni autore rappresenta con i propri lavori, secondo il proprio stile, il mondo dell’infanzia.

“L’arte si fece infanzia”, questo è il titolo che porta l’interesse degli artisti verso la fanciullezza e che si mostra in due modi: uno è quello di dipingere esplicitamente e in maniera evidente le sembianze e l’atteggiamento dei bambini nell’ambiente dove vivono, dalla prima infanzia, alla fanciullezza, fino alle soglie della pubertà.

L’altro è quello di esplorare la natura dell’animo infantile cercando di esprimere la propria essenza d’artista con la stessa naturalezza, dove forse il bambino compare meno in quanto essere riconoscibile all’interno delle opere, ma dove diventa predominante l’esigenza dell’artista stesso di “farsi bambino”, di aderire al mondo senza preclusioni di sorta.

Le categorie della guida