Questo sito contribuisce alla audience di

Reading letterario sul Festival dell'Isola di Wight

Antonio Oleari in occasione dell’apertura della nuova stagione espositiva del Caffè Letterario Roma darà vita al reading del suo nuovo romanzo“Destinazione isola di Wight”. L’incontro è fissato per il 5 novembre 2010 a partire dalle 17.00. A seguire l'inaugurazione della mostra fotografica "The introduction" di Lorenzo Palombini

CAFFÈ LETTERARIO
via Ostiense 95, Roma
5 novembre 2010, h 17.00

Reading del romanzo
DESTINAZIONE
ISOLA DI WIGHT

di Antonio Oleari
intervengono Gabriella Belloni
e Duccio Pasqua

THE INTRODUCTION
esposizione fotografica

a cura di
Alessandra Fina

e Claudia Pettinari

PROGRAMMA

17.00
APERTURA DELLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DESTINAZIONE ISOLA DI WIGHT DI ANTONIO OLEARI – EDIZIONI AEREOSTELLA
17.30
DIBATTITO CON L’AUTORE DEL TESTO, GABRIELLA BELLONI, SCRITTRICE E FOTOGRAFA, E DUCCIO PASQUA, GIORNALISTA E CRITICO MUSICALE.
18.00
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DI LORENZO PALOMBINI THE INTRODUCTION A CURA DI ALESSANDRA FINA E CLAUDIA PETTINARI
19.00
APERTIVO D’AUTORE

“Sai cos’è l’isola di Wight?” cantavano i Dik Dik negli anni 70, questa volta a spiegarcelo è Antonio Oleari. Perché per capire quei formidabili anni e sentire il profumo di quei luoghi c’è bisogno di viverli. Lo scrittore Oleari però ha voluto illustrare questo quadro puntando la lente sulla cornice, una cornice che in quegli anni è stata la vera protagonista: la musica.

Lo scrittore, infatti, in occasione dell’apertura della nuova stagione espositiva del “Caffè Letterario Roma” insieme all’associazione Arteoltre darà vita al reading del suo nuovo romanzo: “Destinazione isola di Wight”, edito da Aereostella. L’incontro è fissato per il 5 novembre 2010 a partire dalle 17.00

L’opera di Oleari è un racconto che ricostruisce quelli che erano gli stili di vita del periodo “Peace & Love”. Oleari cattura tutto: beat, progressive, psichedelia, cantautorato, tanto rock.

Nel 1970 il giovane Alex ha diciotto anni. Figlio di una groupie scappata di casa, intraprende un viaggio alla scoperta della musica che porta il nome dei più grandi esponenti del rock: Jimi Hendrix, The Who, The Doors, Jethro Tull, Miles Davis, Chicago, Joni Mitchell, Ten Years After, Leonard Cohen, Joan Baez. È il Festival di Wight che cambierà per sempre la sua vita.

Edito da Aereostella, “Destinazione isola di Wight” (2010) è la terza pubblicazione di Antonio Oleari, autore emergente già presente con “Un viaggio lungo un sogno senza orario senza bandiera” (2008) e “Demetrio Stratos – gioia e rivoluzione di una voce” (2009)

Al reading seguirà un breve dibattito alla presenza di Gabriella Belloni (scrittrice e fotografa presente al festival di Wight nel 1970) e Duccio Pasqua, giornalista e critico musicale.

A seguito del dibattito sarà inaugurata la mostra fotografica The introduction di Lorenzo Palombini, a cura di Alessandra Fina e Claudia Pettinari.

La fotografia si trasforma e si plasma secondo l’estro artistico; una manipolazione dell’immagine che dà allo scatto fotografico un valore aggiunto, significati trasversali, che diventano specchio di una personalità complessa. Il tempo, la natura, lo spazio, il corpo, vissuti e visti da uno spirito estroso, fuori dagli schemi, e attraverso l’occhio ironico dell’obiettivo. Un artista che si prende gioco di se stesso, della propria figura e della propria personalità, arrivando a soluzioni enigmatiche e surrealiste.

Le categorie della guida