Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • La befana, al Teatro de' Servi, porta carbone? No, risate

    Nei giorni dell’ Epifania, nella camerata di una scuola di sopravvivenza piomba la befana che poi si trasformerà in una donna avvenente. Sono tutti rapiti da lei. Ed i quattro ospiti della camerata, tra tic e gag, creano situazioni di vivace comicità. La recensione della prima

  • Sala Umberto: il teatro neorealista tocca le corde dell'anima

    In "Ladro di razza", al Teatro Sala Umberto fino al 23 gennaio 2011, Francesco Pannofino, Rodolfo Laganà e Francesca Reggiani accompagnano il pubblico in momenti di forte comicità, trascinandolo con la loro verace romanità. Tra le molteplici battute non mancano però momenti di riflessione e anche di commozione. Si rievoca una pagina tragica di storia ispirandosi alla tradizione cinematografica del Neorealismo. La recensione della prima

  • L'avaro di Luigi De Filippo, Pulcinella di fine Ottocento

    Un “Avaro” tutto partenopeo è in scena, in anteprima nazionale, al Teatro Argentina fino al 16 gennaio 2011. E' una trasposizione patriottica e nazionalista accompagnata all’inizio dalle note dell’inno di Mameli e alla fine dalllo sventolio del tricolore. Ma c'è anche Napoli ed il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia serve anche a ricordare come i suoi mali endemici vengano da lontano. La recensione della prima nazionale

  • Teatro Quirino: ritorna lo "scugnizzo" della canzone napoletana

    Lo show di Massimo Ranieri, al Teatro Quirino fino al 9 gennaio 2011, è più di un concerto. Il popolare artista partenopeo - da cantattore, ballerino, acrobata, ginnasta, istrione quale è - interpreta ogni brano con espressione e fisicità. La recensione della prima

  • Al Teatro de' Servi il calzino bucato torna a far ridere

    Torna al glorioso Teatro de’ Servi fino al 2 gennaio 2011, in una ulteriore versione riveduta e aggiornata “Il mistero del calzino bucato” con Marco Zadra (che ne è anche autore e regista) e Marco Morandi. E’ un noir comico, che sfocia nel teatro del non-sense. Uno spettacolo di culto che riscuote da anni successo e consenso. La recensione

  • Astice e risate per festeggiare Natale 2010 in compagnia di Vincenzo Salemme

    "L'astice al veleno", la nuova commedia del popolare attore napoletano è un vero e proprio "teatropanettone", nel senso positivo del termine. Una rapprsentazione divertentissima, ricca di verve con un Salemme poliedrico mattatore: La recensione della prima del 14 dicembre 2010

  • Teatro della Cometa: la vita in un armadio

    In scena dal 14 dicembre al 16 gennaio 2011 al Teatro della Cometa una commedia ironica e divertente scritta da Adriano Bennicelli e diretta da Roberto Marafante. I tre protagonisti Michele la Ginestra, Sergio Zecca ed Ettore Bassi interagiscono sul palco in modo coinvolgente accompagnati dalle musiche di Antonio di Pofì. Una commedia teatrale all’italiana in bilico tra comicità e riflessione. La recensione della prima

  • Vincenzo Salemme torna al Teatro Olimpico con una nuova spassosissima commedia

    "L'astice al veleno" (dal 14 dicembre al 23 gennaio 2011) è uno spettacolo divertente arricchito da canzoni (con i testi dello stesso Salemme). Una pièce che fa ridere molto; scherza il popolare autore-attore napoletano nella conferenza stampa (alla vigilia della prima): "si ride per non piangere", riferendosi anche alla situazione che la sua amata Napoli sta vivendo attualmente

  • Teatro Quirino: il malato immaginario, un uomo solo con i suoi incubi

    "Il malato immaginario" al Teatro Quirino fino al 19 dicembre 2010: Argante (interpretato da Paolo Bonacelli), è un uomo ipocondriaco che si sottopone a cure continue, a clisteri, a pareri di tanti medici. La sua unica (e incurabile) malattia, in realtà, è la paura di morire, di soccombere. Amaramente divertente, ieri come oggi. La recensione della prima

  • Teatro Palladium: l'arca fantasy imbarca un progetto teatrale multivalente

    Grande successo ha riscosso al Teatro Palladium "L'Arca di Giada", in scena fino al 5 dicembre 2010. Non ci si può annoiare talmente sono tante le novità proposte; lo spettacolo è costruito – ed è questa la sua forza - con un inusuale e innovativo mix di galleria d’arte, film fantasy, opera lirica, cirque du Soleil. La recensione della prima