Questo sito contribuisce alla audience di

Dolci di Natale del Sud Italia

In questo periodo dell’anno, con l’avvicinarsi delle feste natalizie, è usanza in molte famiglie italiane, soprattutto in quelle di provincia, preparare tipici dolci natalizi, che vengono mangiati[...]

Dolci di Natale del Sud Italia

In questo periodo dell’anno, con l’avvicinarsi delle feste natalizie, è usanza in molte famiglie italiane, soprattutto in quelle di provincia, preparare tipici dolci natalizi, che vengono mangiati nei giorni di festa. Sono dolci le cui tecniche di preparazione sono tramandate di generazione in generazione unicamente a voce e che permettono la conservazione di tradizioni centenarie, spesso da molti dimenticate.

Nel Sud Italia, tra Puglia, Campania e Basilicata, un dolce tipico sono i calzoncelli, dalla forma a mezzaluna e riempiti con pasta di castagne o di ceci. I calzoncelli hanno ricette e modalità di preparazione diversi da paese a paese e perciò si differenziano per forma, grandezza e tipo di ripieno. Anche il nome a volte può variare, benchè aspetto e sapore del dolce siano molto simili.

In Basilicata i calzoncelli sono piccoli e simili a ravioli, mentre quelli campani sono più grandi e hanno la forma classica del calzone. Vengono riempiti con sola pasta di castagne o aggiungendovi pasta di ceci, sono fritti nell’olio d’oliva e coperti con zucchero a velo o miele. Molto simili ai calzoncelli sono le casatelle di Forenza (PZ), fatte con castagne cotte e frollate, con l’aggiunta di cacao, cioccolata, noci e mandorle tostate e macinate.

Le crustole sono, invece, delle paste frolle a liste dentellate ripiegate a spirali pizzicandole con le dita, dall’aspetto simile a quello di una rosa. Sono preparate con farina, uova e pochissima acqua, fritte nell’olio purissimo di olive e asperse abbondantemente di miele, zucchero o vincotto.

Molto buone sono anche le pizzicannelle, biscotti lucani ottenuti da un impasto composto, tra l’altro, di farina, zucchero, uova, olio, cannella, cacao amaro e ammoniaca. Solitamente hanno l’aspetto romboidale, vengono cotte al forno e possono essere ricoperte con la glassa.

Spesso per le feste natalizie si prepara anche il calzone, fatto con una sfoglia ottenuta impastando la farina con strutto di maiale o con olio d’oliva caldo e poco zuccherato e con acqua tiepida. Tra gli ingredienti del ripieno possiamo trovare fichi secchi, uva passa o sultanina, noci, nocciole e mandorle tostate, cioccolata fondente sminuzzata a schegge, cacao amaro, buccia d’arancia tostata e macinata, miele e zucchero. Si cuoce in forno.

Ricordiamo inoltre i taralli ricoperti di glassa di zucchero, le frittelle con zucchero e miele, le crostate con sanguinaccio (fatto con sangue di maiale, cacao, uva passa e spezie), i biscotti alle mandorle e quelli al vincotto.

Pasticcerie, forni e negozi di alimentari sfornano ancora molte di queste leccornie, ma vogliamo mettere quelle fatte in casa dalle mani delle nostre nonne o mamme?

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia Dolci di Natale del Sud Italia

Le categorie della guida