Questo sito contribuisce alla audience di

L' arte della pergamena

La lavorazione della pergamena permette di ottenere lavori simili a ricami.

http://users.iol.it/zambonimercerie

Questa tecnica, molto conosciuta nei Paesi Latino-americani, non è
particolarmente difficile, ma richiede pazienza e precisione.

La lavorazione della pergamena permette di ottenere lavori simili
a ricami.

Questa tecnica, molto conosciuta nei Paesi Latino-americani, non è
particolarmente difficile, ma richiede pazienza e precisione.

Gli attrezzi a disposizione possono essere tanti, questo dipende dal livello
di lavorazione che vogliamo raggiungere, ma per iniziare

ed ottenere ugualemente ottimi risultati è sufficiente avere gli
attrezzi base che possono essere:

penna con pennino, inchiostro per pergamena bianco e metallizzato oro,
attrezzi per la perforazione a 1 - 2 - 4 aghi; attrezzi per embossing
di 3 diametri diversi ( mm. 1 - 1,5 - 3), 1 paio di forbicine a lame ricurve,
un tappeto per l’ embossing ed uno per la perforazione, cera d’ api per
facilitare la perforazione e l’ embossing e naturalmente la carta pergamena
( la grammatura ideale è di circa 140/150gr.) ed il disegno da
riprodurre.

Nel caso del progetto presentato, si inizia, sovrapponendo la pergamena
sullo schema, per tracciare ( su un lato del foglio) il disegno, utilizzando
la penna con il pennino, poi sullo stesso lato del foglio si procede, utilizzando
l’ attrezzo a 4 aghi, ad una prima perforazione leggera dei punti previsti.
Dopo di chè, girando il foglio si procede all’ embossing di tutto
il disegno.
Si ritrorna sul dritto del disegno e si ripete la perforazione (più
pesante.), ripassando tutti i fori. Con le forbici a lama ricurva si ritagliano
i fori (con una particolare tecnica) per ottenere le “crocette”effetto
ricamo (foto 2).

Per tagliare i bordi si può utilizzare il cutter, mentre per
gli angoli arrotondati e’ stato usato l’ attrezzo a due aghi per ottenere
la dentellatura.

La pergamena può essere colorata con appositi colori di tipi diversi:
pastelli a cera, pennarelli acquarellabili oppure china.

La colorazione della pergamena deve essere fatta dopo la tracciatura del
disegno e prima della perforzaione o dell’ embossing.

Piero Zamboni

e.mail: pierozamboni@iol.it

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati