Questo sito contribuisce alla audience di

Le pietre morbide di Isabella Groppali

Il "rockpainting " è un bellissimo hobby, che ultimamente ha contagiato ed ispirato molti creativi. L'idea è quella di prendere una semplice pietra, questo dono che la Natura ci fa, umile, ma unico e irripetibile, e di renderla il supporto di un'espressione artistica.

Di interpretarla, insomma, possbilmente nel rispetto dell’oggetto naturale.
E questa è anche l’intenzione di Isabella Groppali, una pittrice che vive a Pavia, e che trasferisce il suo grande amore per gli animali, ma soprattutto per i cani,sulle pietre di fiume o di mare, tramite colori acrilici e pennelli.
Da una fotografia trae un ritratto, che esegue sulla pietra, e fa sì che questa si trasformi, oltre che in un originale e duraturo ricordo dei piccoli amici di casa, in un oggetto di arredo, come un fermacarte, un fermaporta, oppure in un monile, come un ciondolo, da portare con sè.

La scelta della pietra da decorare è fondamentale, perchè deve esserci una giusta proporzione fra il supporto e l’immagine, e soprattutto perchè la superficie deve essere liscia ed uniforme, per facilitare la pittura su questo mezzo tutto sommato inusuale, ma che se adatto, non fa rimpiangere il più tradizionale foglio di carta o la tela.
Più la superficie della pietra è liscia e più risulta incredibilmente piacevole la scorrevolezza che consente ai pennelli.
Questi devono essere morbidi, a punta tonda e non troppo lunga. Sono sconsigliati i pennelli di pelo naturale,in parte perche eccessivamente flessibili, e in parte perchè piuttosto costosi, e la pittura su pietra tende a consumarli velocemente.
Il colore non deve essere usato eccessivamente acquoso, e in alcuni casi, quando il dipinto richiede delle zone sfumate, è consigliata l’aggiunta di un medium, che ritardando l’asciugatura della vernice acrilica, ne consente una miscelatura più accurata e graduale.
La stesura di una vernice trasparente all’acqua, lucida ,se si desidera un effetto finale brillante, quasi ceramico ,oppure opaca, servirà in conclusione a sigillare il dipinto e a renderlo duraturo nel tempo.
Le opere di Isabella sono visitabili sulla sua pagina personale, all’indirizzowww.lepietremorbide.net

le pietre morbide

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati