Questo sito contribuisce alla audience di

EURIPIDE

la scheda

EURIPIDE

poeta tragico greco (480-406 a. C.).

È autore di 92 opere, di cui restano 17 tragedie e un dramma satiresco.

Con lui passioni, sentimenti e interessi umani raggiunsero per la prima volta
la scena, all’interno di una profonda indagine psicologica; il coro
perse progressivamente d’importanza, in relazione al rilievo dato all’individuo
e ai suoi problemi interiori.

Caratteristica di Euripide fu anche la polemica diretta contro l’Olimpo tradizionale
in nome di un’esigenza acutissima dell’eticità del divino, a cui erano
lungi dal corrispondere i fantocci del mito. Molto controverso l’ordine cronologico
delle tragedie: date sicure si hanno solo per Alcesti (438), Medea
(431), Ippolito (428), Le Troiane (415), Elena (412), Oreste (408). Ifigenia
in Aulide e Le Baccanti
furono messe in scena dopo la morte del poeta.

Le altre sono: Andromaca, Ecuba, Elettra, Eracle, Eraclidi, Le Fenicie,
Ifigenia in Tauride, Ione, Le Supplici, Il Ciclope (dramma satiresco).

Ultimi interventi

Vedi tutti