Questo sito contribuisce alla audience di

IL CARTELLONE DEL MANZONI DI MILANO

Cartelone varato nel rispetto della tradizione. Ma c'è un titolo che incuriosisce molto. Lo spettacolo inaugurale.“Al Moulin-Rouge con Toulouse-Lautrec”, curato da Sabina Negri con Carlo Delle Piane protagonista.

Una stagione all’insegna del divertimento e di nomi popolari, arricchita da
qualche excursus nella prosa più classica. È quanto promette, secondo
tradizione, il Teatro Manzoni: che aprirà i battenti il 5 ottobre con Carlo
Delle Piane - a teatro dopo diversi anni - nello spettacolo “Al Moulin-Rouge con
Toulouse-Lautrec”, curato da Sabina Negri, già distintasi la scorsa stagione per
il lavoro su Gianni Brera con Cochi Ponzoni. Dal 2 novembre Gianluca Guidi,
quest’anno affiancato dalla procace Anna Falchi, affronterà un classico della
commedia americana: “A piedi nudi nel parco” di Neil Simon; partecipazione
straordinaria di Erica Blanc, regìa dello stesso Guidi che già qualche anno fa
si era cimentato - con buoni esiti - nella direzione. Dal 30 novembre Carlo
Giuffré torna ad Eduardo Scarpetta con il classico “Il medico dei pazzi”: ci si
attende un allestimento all’altezza dei suoi ottimi, recenti lavori.
Nel
gennaio 2005 si passa dal figlio al padre; dopo Guidi, ecco il papà Johnny
Dorelli che con l’ottimo Antonio Salines affronta anch’egli Neil Simon, stavolta
“I ragazzi irresistibili”. In febbraio Neri Marcorè e Ugo Dighero proporranno
“L’apparenza inganna” di Francis Veber, dall’8 marzo un atteso ritorno: Loretta
Goggi nella commedia con musiche adattata da Lina Wertmüller da “Molto rumore
per nulla” di Shakespeare; un esperimento intrigante. Sicurezza totale, invece,
per “Il piacere dell’onestà” di Pirandello, in scena dal 12 aprile 2005 con la
coppia Giuseppe Pambieri-Lia Tanzi, e gran finale con Enzo Iacchetti, uno dei
pochi “televisivi” dimostratisi eccellenti anche nella prosa, che quest’anno
propone “Un virus nel sistema” ovvero “The Bug” di Richard Strand.

Ultimi interventi

Vedi tutti