Questo sito contribuisce alla audience di

Milan Poster Explosion

La tre giorni di mostre di respiro internazionale dedicate a quella grafica che accompagna ed ha accompagnato le controculture musicali e non degli ultimi trent’anni, con la presenza di artisti milanesi, italiani e internazionali (20/5-22/05/2005)

Milan Poster Explosion
Centro Sociale Leoncavallo, via Watteau 7, Milano
20 maggio-22 maggio 2005
Orario: pomeriggio e sera
Ingresso libero
Info: 02/6705185 olive@hotmail.it

Dal 20 al 22 maggio 2005 il Centro Sociale Leoncavallo di Milano, nell’ambito della più ampia rassegna “La città che verrà”, presenta “Milano Poster Explosion”, a cura di I Don’t Care Blog, Riot Records, HIU e dello stesso Centro Sociale Leoncavallo. La tre giorni prevede diverse mostre di respiro internazionale dedicate a quella grafica che accompagna ed ha accompagnato le controculture musicali e non degli ultimi trent’anni, con la presenza di artisti milanesi, italiani e internazionali. Rock Poster Art, grafica e movimenti per la pace, punk e street art sono i territori indagati. In serata i concerti di La Par Force (Emo/indie dalla Germania) e Altro venerdì 20 e di Little Axe sabato 21. Dj set domenica 22.
Di notevole interesse, tra le varie mostre presenti durante Milano Poster Explosion, la mostra “Art of Modern Rock Posters”, che presenta l’omonimo libro pubblicato a fine 2004 dalla Chronicle Books di San Francisco (California, USA): una raccolta della migliore poster art mondiale degli ultimi 10-15 anni. Ideale successore di “Art Of Rock”, la “bibbia” internazionale della poster art, ne mantiene le caratteristiche di ampia documentazione, grande formato, ottima qualità. La mostra che verrà esposta a Milano è composta da 75 poster che compongono una selezione di tutti gli artisti presenti nel libro, oltre a mostre personali di alcuni artisti presenti alla mostra: Chuck Sperry e Ron Donovan - Firehouse (San Francisco CA), Lindsey Kuhn (Austin TX), Chris Shaw (Oakland CA), gli italiani Matteo Guarnaccia, Giampo Copparoni e Malleus e il gruppo di artisti croati Mochvara Design Team da Zagabria. Maggiori informazioni sul libro su: www.artofmodernrock.com.
Ma “Milano Poster Explosion” indaga anche i territori nei quali la grafica ha sostenuto e arricchito i passati e recenti movimenti per la pace, attraverso la mostra “Yo! What happened to peace”, a cura di Winston John Carr. La mostra comprende più di 100 poster per la pace e contro tutte le guerre, realizzati da alcuni dei migliori poster artists mondiali: Winston Smith, Peter Kuper, Shepard Farey, Doze, Emek, Futura 2000, e molti altri. Nella rete su: www.33graphic.com/yo.
Con “Milano hardcore: nati per essere veloci”, mostra di fotografie di Bicio Folco Zambelli a cura di Vandalo, si avrà la possibilità di vedere foto, poster e flyer che raccontano dieci anni di punk hardcore a Milano (dal 1982 al 1992).
Street Art Explosion, a cura di Pao, condurrà il pubblico ad un incontro ravvicinato con la street art. La parola street art non definisce in realtà perfettamente i molti aspetti di una “arte di strada” fatta di stickers, poster, stencil, graffiti, spray e pennelli, che prende ispirazione da grafica, muralismo, graffitismo, logos, fumetto e li reinterpreta in mille personaggi e situazioni inseriti nelle strade delle città. Nata nell’illegalità, la street art è progressivamente arrivata a farsi notare nelle campagne pubblicitarie multinazionali. O forse è vero il contrario: oramai incapace di farsi notare, la pubblicità ha avuto bisogno dell’impatto visuale della street art. Parteciperanno: Bd, Blu, Bros, Dade, Dem, Helghi, Linda, Luis Loucuz (cuba), Ok Zoo, Pus, SeaCreative, Sonda, TvBoy, Vandalo e molti altri si aggiungeranno in progress, nello stile libero più puro di quest’arte.

[CS]