Questo sito contribuisce alla audience di

Lorenzo Mattotti - Manifesti

In mostra a Chivasso, un'ampia selezione di affiches di uno dei più grandi illustratori europei viventi, organizzati in organiche sezioni tematiche che permettono di spaziare su tutti i soggetti affrontati dal Maestro (14/12/2005-29/01/2006)

Lorenzo Mattotti - Manifesti
Palazzo Luigi Einaudi, piazza d’Armi 6, Chiasso (TO)
14 dicembre 2005-29 gennaio 2006
Orario: 16-19, da martedì a venerdì; 10-12, 16-19, sabato e domenica
Ingresso libero
Info: 3394673821

È Lorenzo Mattotti a tagliare il 14 dicembre il nastro della personale, a cura di Cristina Taverna, allestita a Chivasso negli splendidi locali di Palazzo Luigi Einaudi, aperta dal 15 dicembre 2005 al 29 gennaio 2006. Manifesti è il titolo della mostra che vede esposte circa 100 opere tra disegni originali e affiches, di uno tra i più originali e apprezzati illustratori europei. I manifesti sono stati realizzati per Teatro, Circo, Cinema (il più famoso quello per Cannes 2000), Esposizioni personali, Moda, Design e Grandi ideali (Non dimenticare, in ricordo della strage di Bologna; Avis, campagna di sensibilizzazione sul dono del sangue). Questa esposizione rappresenta un’occasione per vedere la forza di comunicazione nel manifesto realizzato per l’affissione e sentire l’emozione di fronte all’originale.
Lorenzo Mattotti vive e lavora a Parigi. Esordisce alla fine degli anni ‘70 come autore di fumetti e nei primi anni ‘80 fonda con altri disegnatori il gruppo Valvoline. Nel 1984 realizza Fuochi, che, accolto come un evento nel mondo del fumetto, vincerà importanti premi internazionali. Con Incidenti, Signor Spartaco, Doctor Nefasto, L’uomo alla finestra e molti altri libri fino a Stigmate, edito in Italia da Einaudi, il lavoro di Mattotti si è evoluto secondo una costante di grande coerenza, ma nel segno eclettico di chi sceglie sempre di provarsi nel nuovo. Oggi i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Pubblica su quotidiani e riviste come “The New Yorker”, “Le Monde”, “Das Magazin”, “Suddeutsche Zeitung”, “Nouvel Observateur”, “Corriere della Sera” e “Repubblica”. Per la moda, ha interpretato i modelli dei più noti stilisti sulla rivista “Vanity Fair”. Per l’infanzia illustra vari libri tra cui Pinocchio e Eugenio, che vince nel ‘93 il Grand Prix di Bratislava, uno dei massimi riconoscimenti nell’editoria per ragazzi. Numerose le sue esposizioni personali tra le quali l’antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Frans Hals Museum di Haarlem, ai Musei di Porta Romana . Tra le ultime pubblicazioni: Il rumore della brina e Jekyll & Hyde per Einaudi, Angkor - Carnet de voyage e I Manifesti di Mattotti editi da Nuages. Sempre per Nuages ha illustrato Il padiglione sulle dune di Stevenson e La Divina Commedia - Inferno di Dante Alighieri. Realizza manifesti, copertine, campagne pubblicitarie. Ha recentemente collaborato a Eros di Wong Kar Way, Soderbergh e Antonioni curando i segmenti di presentazione di ogni episodio.

[CS]