Questo sito contribuisce alla audience di

Agriturismo.

Vi pacerebbe gestirne uno?

Io vivo in Toscana, più precisamente immerso nelle crete senesi….
Ho assistito e sto ancora assistendo al rifiorire di tantissimi piccoli borghi rurali.
Le vecchie case abbondanate, le capanne, le stalle si trasformano in magnifiche abitazioni o più spesso in strutture turistico-ricettive.
I miei giochi di bambino spesso si svolgevano in questi ruderi, non riuscirò mai ad esprimere le emozioni che provo adesso che li trovo in ristruttrati e curati da persone che sanno ascoltare tutto quello che questi muri possono comunicare….
Sono cresciuti con me, ho condiviso con loro tante esperienze……
Non è un approccio imprenditoriale, ma credo che chi ha intenzione di vivere gestendone uno deve sapere che non basta creare un bell’ambiente, deve vivere e far rivivere la storia e la natura!
Credo sia significativo un passo tratto da “Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcìa Màrquez: Non potevano ritornare, perchè il sentiero che andavano aprendo al loro passaggio tornava a chiudersi in poco tempo, con una vegetazione nuova che vedevano crescere quasi sotto i loro occhi. “Non importa” diceva Josè Arcadio Buendìa. “L’essenziale è non perdere l’orientamento.”
Molti piccoli borghi sparsi nella campagna sono nati propio così, facciamoli rivivere con lo stesso spirito!!

Ultimi interventi

Vedi tutti