Questo sito contribuisce alla audience di

Imprenditoria senza confini.

Fare l'imprenditore nell'era della globalizzazione.

Quando pensiamo ad un’attività non poniamo più dei confini per i nostri prodotti.

Aprire una ditta che produce piastrelle in una piccola provincia italiana e vincere l’appalto per la fornitura di materiale ad un’industria peruviana è ormai considerata una cosa normale.

Queste opportunità sono dovute ad un’evoluzione economica che ha portato alla formazione di un unico mercato mondiale, che fonda i suoi equilibri sull’interazione di tre macro-aree, governate dal dollaro, dallo yen e dall’euro.

Per un’impresa non avere confini spazio temporali significa una clientela potenzialmente infinita, ma anche e soprattutto maggiore concorrenza, minori margini di profitto, neccessità di evoluzione e adozione di tecnologie avanzate (non dimentichiamo che la tecnologia e l’energia si comprano in dollari, quindi un cambio come quello attuale non aiuta).

Fusioni, aggregazioni, sinergie, accordi, sono i mezzi utilizzati per raggiungere le dimensioni necessarie alla sopravvivenza in uno scenario nuovo e che si và costruendo in fretta, ora per non morire è necessario crescere!

Abbiamo i tassi più bassi, l’inflazione è sotto controllo, l’Opec ha deciso di aumentare la produzione (forse gli effetti non saranno immediati, ma ci saranno!)….dunque le condizione ci sono!
Dante diceva: “Non arrestate ma studiate il passo”.

Ultimi interventi

Vedi tutti