Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Negozio-laboratorio

Domanda

Siamo di nuovo Francesca e Mariapaola (che vogliono aprire un negozio-laboratorio nel settore dell'artigianato artistico rif.20 e 26 agosto 2001 ). Ci siamo informate sulle varie possibilità di agevolazioni e l'unica che pare possa fare al nostro caso è il prestito d'onore. Ci siamo documentate al riguardo e ora sto per inoltrare la domanda per accedere all'ammissione delle agevolazioni, ma continuiamo ad avere dei dubbi. Partiamo da zero e non abbiamo fondi personali da poter investire. L'investimento della nostra idea è minimo in quanto non abbiamo bisogno di particolari macchinari. Ed è proprio questo il nostro problema. Le spese di gestione, intese come cita l'art. 9, sono materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonchè altri costi inerenti al processo produttivo, e poi ancora, affitto del locale, polizze di assicurazione eventuali ecc. Nel nostro caso queste spese sono sicuramente maggiori di quelle per l'investimento. Dal momento che per svolgere la nostra attività abbiamo assolutamente bisogno di pennelli, colle, vernici e prodotti vari, come possiamo iniziare senza?! Siamo al corrente che alla stipula del contratto è previsto un anticipo pari al 30% del totale dell'investimento e un anticipo del 40% per le spese di gestione (che arrivano fino ad un tetto massimo di 10 milioni). Essendo la nostra attività un po' particolare, i "materiali" non potrebbero rientrare nell'investimento intendendoli come "attrezzature"? Le spese per l'investimento comprenderebbero scaffalature, piani da lavoro, mensole ed elementi d'arredo di poco valore anche perchè poi successivamente lavorati e decorati con le nostre tecniche. Potremo aggiungere un computer e qualche programma di grafica, eventualmente un forno e una fotocopiatrice, ma soprattutto questi due ultimi non sono fondamentali per l'inizio della nostra attività! Possiamo fare a meno di questi investimenti almeno all'inizio, ma non possiamo fare a meno del materiale per creare i pezzi da vendere. La domanda è questa, sarà possibile avviare l'attività facendo affidamento solo sui finanziamenti ricevuti? Grazie in anticipo Francesca e Mariapaola

Risposta

Ciao Francesca e Mariapaola,
la vostra situazione è comune a molti giovani che vorrebbero avviare un'impresa e merita sicuramente maggiore attenzione da parte del legislatore.
Nel vostro caso credo che potreste comunque riuscire ad avviare l'attività, forse sarà necessario sviluppare un business plan più dettagliato e che dia risalto all'importanza che riveste il materiale per creare i pezzi.
Ottimisticamente i finanziamenti potrebbero essere sufficenti per la realizzazione del progetto, certo ci saranno da valutare bene i costi, ma questo non rende la cosa impossibile.

Vi ringrazio ancora per avermi contattato e rimangp sempre a vostra disposizione.
A presto, Davide.

fra*** - 20 anni e 2 mesi fa
Registrati per commentare