Questo sito contribuisce alla audience di

Bukittinggi e dintorni

Bukittinggi è una cittadina coloniale famosa per il suo mercato e lo zoo dove si trovano splendidi esemplari della fauna dell'isola a solo 70 km dal giardino botanico dove potrete trovare magnifici esemplari di Rafflesia arnoldi.

È la seconda città della provincia per numero di abitanti. Si trova sull’altipiano di Agam, a 930 mt di altezza; infatti, il nome della città significa “posto in alto”. Bukittinggi si trova a soli 6 km a sud della linea dell’equatore, quindi la temperatura nel corso dell’anno non è soggetta a grandi variazioni, quella diurna si aggira sui 22-23°C. Le piogge sono distribuite abbastanza equamente nel corso dei 12 mesi.
La città si trova a 90 km da Padang e tra i due centri ci sono frequenti corse di autobus, il viaggio dura circa 2 ore. Durante il percorso si possono ammirare campi di riso, tipiche abitazioni minangkabau e nei pressi di Bukittinggi due vulcani (il Merapi e il Singgalang, un terzo, il Tandikat, si trova più a nord).

A Bukittinggi ci sono diverse cose interessanti per il turista. Il Muzium Bundo Kandung, quasi al centro della città, vicino allo zoo, è stato fondato nel 1935, in una tipica costruzione minangkabau, dall’olandese J.J. Mandelaar, al fine di conservare quanto più possibile della cultura locale. All’interno si possono ammirare costumi antichi, gioielli, utensili, vasi e diverse strutture in legno scolpito, mentre all’esterno, vicino all’ingresso principale, si trovano due recipienti che servivano per contenere il riso.

Wieża z zegarem z 1820 r w Bukittinggi

Jam Gadang è la Torre dell’Orologio costruita dagli olandesi nel 1827, durante la Rivolta dei Padri. Si dice che inizialmente servisse soprattutto per controllare le mosse dei seguaci dell’Imam Bonjol.

Il palazzo Negara Tri Arga è abbastanza importante nella storia recente dell’Indonesia, perché è il luogo dal quale nel 1947 il dott. Hatta e i suoi collaboratori guidarono la rivolta dei sumatrani contro gli olandesi.

Il Forte de Kock è stato fatto erigere dall’ufficiale olandese Bauier nel 1827, durante la Ribellione dei Padri. All’epoca il governatore olandese della zona era il generale de Kock, ecco quindi spiegato il nome del forte. Per qualche anno Bukittinggi stessa fu chiamata Fort de Kock. Oggi nella fortificazione, ancora in buono stato, si possono vedere cannoni e altri dispositivi militari. Fort de Kock è un discreto posto per godere una panoramica della città.

Lobang Jepang è il nome con il quale i locali chiamano il tunnel costruito dai giapponesi durante la seconda guerra mondiale. Il tunnel è lungo alcune centinaia di metri e largo due, all’interno ci sono delle stanze che con tutta probabilità furono utilizzate come uffici e magazzini.

CloseLayer(L_MainTEXT);

CloseLayer(L_MainTEXT);

Dintorni

Il Canyon Sianok, che i minangkabau chiamano Ngarai Sianok, o più semplicemente Ngarai (canyon), si trova a sud-ovest di Bukittinggi e, secondo i locali, sarebbe una delle grandi bellezze della zona. Il canyon, in fondo al quale scorre un fiume, è caratterizzato da pareti rocciose in alcuni punti alte anche 200m. Sullo sfondo si erge la sagoma del Gunung Singgalang, uno dei tanti vulcani di Sumatra.

A 70km a ovest di Bukittinggi, sulla strada per Padang, si trova il Taman Hutan Raya Bung Hatta, un giardino botanico che copre un’area di 70.000 ettari di foresta tropicale. Vi si può trovare la Rafflesia arnoldi.

Batusangkar è a 56km a sud di Bukittinggi ed è considerata la culla della cultura minangkabau. Purtroppo, oggi l’unica cosa che è possibile vedere sono delle tavolette in pietra con iscrizioni risalenti ai tempi del re Adityawarman, che regnò tra il 1347e il 1357. A 5km da Batusangkar c’è il villaggio di Pagaruyung, che si dice sia stato la capitale di un regno indù nel XIV sec.

Ben più interessante è Balimbing, 10km a est di Batusangkar, un villaggio nella cui area ci sono diverse case tradizionali, alcune anche antiche di tre secoli. Altre abitazioni tipiche si possono vedere a Sulok (76km a sud di Bukittinggi e 64km a est di Padang) e a Cupak (135km da Padang), in quest’ultima località c’è la “Moschea con 59 pilastri”, il tempio musulmano più antico di Sumatra occidentale.

Ultimi interventi

Vedi tutti