Questo sito contribuisce alla audience di

Il palazzo reale - Yogya

Il palazzo Ngayogyakarta Hadinigrat, Kraton, è praticamente una città nella città. Sicuramente da visitare non dimenticando di partecipare a qualche danza locale.

        Sicuramente la parte più interessante e più nota di Yogya è il Palazzo Ngayogyakarta Hadinigrat, dai più chiamato semplicemente kraton. Si tratta dell’edificio reale fatto costruire nel 1755 dal principe Mangkubuwono, che poi si fece chiamare Sri Sultan (Sacro Sultano) Amangkubuwono I. Il kraton si trova al centro di Yogyakarta, tra i fiumi Winoso e Codi. Per visitarlo si procede da nord verso sud. Il cortile di accesso è chiamato alun utara (piazza settentrionale), al termine del percorso si arriva agli alun alun selatan (piazze meridionali). Non tutto il palazzo è aperto ai visitatori, è accessibile solo il Pagelaran, dove un tempo il sultano incontrava gli ufficiali o passava in rivista le guardie reali.

       

        

 

 

Purtroppo la Sala del Trono (Manguntur Tinkul) è interdetta al pubblico. La parte più interessante del palazzo si chiama Bangsal Kercana (Sala d’Oro), un tempo usata come luogo di ricevimento; è caratterizzata da un soffitto in legno finemente lavorato e da colonne in teak intagliato. Un’ala del kraton è adibita a museo, vi sono esposti cimeli di famiglia (sri pusaka), oggetti regalati da sovrani europei, la carrozza reale, alcuni gamelan, ritratti dei sultani di Yogya, vecchie fotografie e l’albero genealogico della famiglia reale. Di fatto il kraton è una piccola città, dove lavorano e vivono 25.000 persone. È abbastanza caro agli indonesiani perché dopo il 1945 vi si rifugiò il governo indipendentista. L’allora giovane Suharto, ora presidente della Repubblica uscente, teneva i contatti tra l’esecutivo e la guerriglia anti-olandese entrando ed uscendo dal palazzo vestito come un contadino miserabile per non dare nell’occhio. Tra il 1949 e il 1973 un settore del kraton venne utilizzato anche come sede universitaria (ma, in realtà, i primi 483 universitari erano innanzitutto giovani guerriglieri nazionalisti).

 

 

Durante gli anni eroici della lotta indipendentista il negozio di gamelan era usato come biblioteca, l’alun utara (piazza nord) era il luogo di lettura, diverse lezioni si tennero nella pendopo (la sala del trono). Oggi l’università è nella parte settentrionale di Yogya ed è frequentata da quasi 20.000 studenti. Il kraton viene considerato il miglior esempio di architettura giavanese moderna (sebbene un settore, costruito intorno al 1920, mostri palesi influenze europee). Nell’area del Ngayogyakarta Hadinigrat ogni domenica si tengono spettacoli di danze tradizionali. Sembra che il tipico stile di ballo yogyano sia stato inventato dallo stesso sultano Amangkubuwono I: i ballerini appaiono distanti e distaccati, hanno molte pause, silenzi, pose meditative e movimenti al rallentatore. Sempre nel kraton si tengono concerti di gamelan, ma senza danze.

 

 

 

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati