Questo sito contribuisce alla audience di

Banjarmasin

L'unica vera città della provincia del Kalimantan Meridionale.

È il capoluogo del Sud Kalimantan, l’unica vera città della provincia; vi vivono circa 450.000 persone, quasi tutte (95%) di fede musulmana. Nei costumi sono ancora evidenti le influenze arabe e persiane, mentre la tipica architettura coloniale olandese può essere notata in alcuni vecchi edifici. Banjarmasin si trova quasi all’estremità sud-occidentale del Borneo, alla confluenza dei fiumi Barito e Martapura, a 22km dal mare. È attraversata da diversi canali, sui quali ci sono molte case galleggianti (è chiamata la “Venezia d’Oriente”, una delle tante). Fondata nel 1526, Banjarmasin oggi è un importante centro amministrativo, industriale e commerciale, frequentato da molti uomini d’affari stranieri.

Una delle attrattive di Banjarmasin è la Kayuh Baimbai, la porta d’ingresso alla città. L’architettura si ispira alla cultura tradizionale, ma ha anche elementi di modernità. Ha la forma di una tambungan, il tipico mezzo di trasporto fluviale. Il monumento ha 24 remi, ognuno dei quali è lungo 9m e la distanza tra i remi di destra e quelli di sinistra è esattamente di 1526cm. Tutti questi numeri servono a ricordare la data di fondazione della città: 24/9/1526.

Un’altra attrattiva di Banjarmasin è la Moschea di Sabilal Muhtadien. Si trova proprio al centro della città, quasi servisse a ricordare al turista che si trova in una zona musulmana. Vicino alla costa, dove i fiumi Barito e Kuin s’incontrano, c’è un mercato galleggiante tra i più interessanti del Kalimantan; vi si vende un po’ di tutto, dal riso ai vestiti confezionati, dal pesce alle stoffe, ed è un punto di riferimento importante per gli abitanti della zona, mentre al turista offre quella genuinità ormai rara nel Sud-Est asiatico.

 

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati