Questo sito contribuisce alla audience di

Arcipelago di Alor

Pulau Alor vanta splendidi fondali che ne fanno una delle mete più nelle dell'Indonesia per i subacquei più esperti.

L’isola di Alor è a circa 30 miglia a nord di Timor. Uno stretto canale la separa, ad ovest, dall’isola di Pantar. Nel canale ci sono due piccole isole: Pura e Ternate. E’ un’isola vulcanica coperta da fitta vegetazione. Sul lato occidentale si apre una profonda e tranquilla insenatura, con il porto di Kalabahi alla sua fine.

L’isola di Alor può essere raggiunta a bordo della Sea Safari III, gestita dall’organizzazione “Kararu Dive Voyages” (visita il loro sito per maggiori informazioni), che ha base a Bali ed organizza interessanti crociere subacquee in quella zona. Ci siamo imbarcati a Kupang (Timor) e dopo una giornata di navigazione abbiamo raggiunto le calme acque di Alor. Kupang è collegata a Bali con voli giornalieri.

E’ uno schooner di 35 metri, interamente in legno, con 12 cabine dotate di aria condizionata indipendente e bagno privato. Perfettamente organizzata per il diving, da la possibilità di fare dalle quattro alle sei immersioni al giorno. Appositi spazi sono dedicati alle attrezzature fotografiche ed alla ricarica delle batterie. Il cibo è ottimo ed abbondante. Difficile resistere al profumo dei croissants appena sfornati che alle 5:30 del mattino pervade la barca… L’equipaggio di sedici elementi è sempre molto collaborativo, professionale e cordiale. L’ampia sala da pranzo comprende una fornita libreria, TV, stereo, DVD e VCR. Non manca nulla per rendere la crociera interessante e confortevole.

Le immersioni in questa zona possono essere suddivise in due categorie: immersioni facili, poco profonde, spesso su fondali di sabbia scura, alla ricerca di interessanti e rare forme di vita marina, ed immersioni su pareti più profonde ricche di vita e colori, spesso con corrente. Le guide sono esperte nello scovare soggetti interessanti per i biologi e per i fotografi. La visibilità è generalmente buona, a volte condizionata dalla corrente nei punti poco riparati. Tutte le immersioni sono state interessanti, un vero paradiso per i fotografi. La temperatura media dell’acqua, in febbraio, è stata di 27°C. E’ consigliata una muta di 5mm o di 3mm. con cappuccio, poichè si passano molte ore al giorno in acqua.

PS: A causa dell’intensa pesca con le bombe effettuata negli anni passati, gli incontri con pesce grosso sono rari.

Ultimi interventi

Vedi tutti