Questo sito contribuisce alla audience di

Strato di trasporto: Protocollo TCP

Esistono due tipi di strato di trasporto: TCP connection-oriented e UDP connectionless. Qui analizziamo il protocollo TCP. Riassunto del capitolo quattordicesimo del libro "Reti di Telecomunicazioni" (autore: Achille Pattavina, edito da: McGraw-Hill). Ottimo per gli studenti dell'area dell'ingegneria dell'informazione

questo intervento è stato realizzato da lazrus@libero.it

 

Esistono due tipi di strato di trasporto: TCP connection-oriented e  UDP connectionless.

Protocollo TCP: di tipo affidale, ricostruisce il flusso originariamente emesso, effettua la multiplazione di flussi informativi. Il trasferimento avviene lungo una connessione chiamata socket. Per identificare il processo che utilizza la connessione si usano indirizzi chiamati porte che agiscono da interfaccia tra le diverse applicazioni di strato superiore. Un socket consiste in una copia (indirizzo ip, numero di porta) e una connessione tcp è individuata univocamente da due socket cioè da due indirizzi ip e due numeri di porta. La procedura di numerazione di byte per byte consiste di realizzare un meccanismo di controllo a finestra di tipo credit-based. L’header dell’unità informativa TCP è fatto così:

source port (16 bit indica la porta dim origine);

destination port (16 indica la porta di destinazione),

sequenze number (32 indica il numero d’ordine del primo byte dati dell’unita informantiva),

acknowled-gement number (32 indica il numero d’ordine del prossimo byte che il processo si aspetta di ricevere con il prossimo mess)

Hlen (32 indica la lungh dell’header in unità di 32 bit)

code bits (6 Urg, ack, psh, rst, sys, fin un bit per funzione, dati urgenti, riscontro valido, richiede di consegnare all’entità di applicazione i dati del messaggio, segnala il reset della connessione, per instaurare una connessione, per rilascio connesione );

window (16 indica il n° di byte che la sorgente può accettare)

checksum (16 rivelazioni di errrori sull’unità informativa tcp),

urgent pointer (16 indica dove i dati urgenti sono posizionati nel mess),

option (var multipla di 32  indica funzioni che possono essere specificate successivamente)