Questo sito contribuisce alla audience di

Kily Gonzalez: finalmente un'intervista non banale

I nostri giocatori in queste stagioni ci hanno abituato a interviste al limite dell'impossibile. A noi tifosi suonavano sempre come prese per il culo, e leggere questa intervista rilasciata da Kily, mi ha fatto pensare che forse all'Inter, qualcuno che tiene alla maglia nerazzurra esiste ancora. Kily Gonzalez, poche parole, ma pesanti come sassi. Bravo Kily

UNO DI NOI - Abbiamo dovuto aspettare cinque anni, ma finalmente abbiamo di nuovo un capitano degno dei colori nerazzurri. “Provo vergogna: vergogna per questo scudetto andato al Milan e vergogna per i punti che ci separano da loro“. Con queste parole, Cristian Kily Gonzalez ha meritato un’immediata promozione al ruolo di leader. Non della squadra, evidentemente, ma dei tifosi, da troppo tempo destinatari di proclami privi di qualsiasi valore reale. In dieci stagioni disastrose, nessun giocatore aveva mai dichiarato di vergognarsi per non aver raggiunto gli obiettivi a cui un grande club deve puntare: né Vieri, né Recoba, né Ronaldo, né chiunque altro. Ci ha dovuto pensare Kily, uno degli ultimi arrivati a Milano, dimostrando di aver compreso il disagio del pubblico interista molto più in fretta di tanti suoi compagni. E dimostrando di avere doti di cui evidentemente loro difettano. Nella foto, due doti così.

Fonte www.interisti.org.

Le categorie della guida