Questo sito contribuisce alla audience di

"Prematuro dire quando Chivu potrà lasciare l'ospedale"

“Ci sono le premesse affinchè tutto possa risolversi nel migliore dei modi”. E’ ottimista Sergio Turazzi, il professore che ha guidato l’èquipe di neurochirurgia[...]

Chivu“Ci sono le premesse affinchè tutto possa risolversi nel migliore dei modi”. E’ ottimista Sergio Turazzi, il professore che ha guidato l’èquipe di neurochirurgia dell’ospedale di Verona che ha eseguito l’intervento chirurgico al quale è stato sottoposto Cristian Chivu.

“Il giocatore ha subito un trauma cranico in regione parietale a destra. Il trauma ha provocato delle fratture con l’affossamento della teca cranica verso l’interno e un sanguinamento, un ematoma di dimensioni contenute. L’intervento si è reso necessario soprattutto per la presenza di questa ematoma: sono stati risollevati i frammenti ossei sprofondati verso il cervello ed è stato svuotato l’ematoma. La scatola cranica è stata ricostruita con l’osso del paziente e ha riacquistato un profilo normale. Tutto si è svolto regolarmente e quindi siamo abbastanza fiduciosi affinchè il paziente possa guarire senza problemi. È prematuro dire quando il paziente possa lasciare l’ospedale”.

Il romeno, dopo lo scontro con l’attaccante del Chievo Sergio Pellissier, é arrivato perfettamente cosciente in ospedale. Prima dell’intervento, al quale ha assistito il responsabile dell’area medica dell’Inter Franco Combi, Chivu ha ricevuto la visita di tutta la squadra e del direttote tecnico Marco Branca.

(Foto: http://www.myromania.it/blog/download/2009/11/Cristian-Chivu-inter.jpg)

Le categorie della guida