Questo sito contribuisce alla audience di

La preparazione ipnotica al parto

Le radici della tecnica ipnotica traggono origine dal bisogno di vincere il dolore.

Nei secoli, uno degli obiettivi primari che l’uomo si è proposto, nei suoi studi e nelle sue ricerche, (pur se condotti con metodologie assolutamente eterogenee, diverse e talvolta stravaganti) è la sedazione del dolore. Il dolore finiva per essere inteso come qualcosa che proveniva da lontano, probabilmente da fonti divine. Per qualche ragione, che poteva apparire più o meno misteriosa, si poteva ritenere che queste fossero desiderose di vendetta e di punizione. Così in parallelo all’accettazione dell’origine oscura del male, si aveva una accettazione di qualsiasi promessa di rimedio criptica o magica.

Tra tutti i dolori che hanno accompagnato l’uomo nella sua lunga storia, è forse quello legato al parto quello più ritualizzato, più conosciuto e con i più chiari caratteri di ineluttabilità. L’ipnotismo rappresentò il primo presidio terapeutico verso questo dolore atteso e temuto e le sue formule misteriose e “magiche “ (come tutta l’arte medica dei primordi) si rivelarono capaci di lenire e talvolta di far scomparire totalmente la sensazione algica .

Con il passare del tempo si sono prodotte profonde trasformazioni nelle tecniche e nelle aspettative di chi pratica la tecnica ipnotica e di chi ne ricerca i benefici.
Siamo passati dal proposito di partorire “in” trance ipnotica, ( vista come mezzo per ottenere uno stato globale di anestesia, alternativa ma non dissimile a quella ottenibile con mezzi chimici) a quello di partorire mediante l’ipnosi ( intendendo questa come la tecnica più potente e idonea per estendere le capacità di cambiamento del soggetto, permettendogli di attingere a tutte le sue potenzialità consce ed inconsce di adattamento).

Al fine di una adeguata preparazione al parto, i meccanismi di esso, le paure connesse, l’anatomia degli organi interessati, i possibili rischi connessi al travaglio ed al parto, sono temi che debbono essere esaurientemente affrontati con discussioni singole e di gruppo ed adeguate spiegazioni. Tutto ciò per rafforzare la fiducia della gestante e per rendere giustificati e credibili ai suoi occhi gli esercizi fisici e di respirazione che le verranno insegnati e richiesti.
Sovente nell’ignoranza cresce e si diffonde la paura che può portare a comportamenti inutili, irrazionali e capaci di alimentare in maniera straordinaria, a causa di uno stato tensivo abnorme, il dolore.

Le suggestioni ipnotiche vanno proposte attraverso ripetute sedute, con grande gradualità, al fine di rafforzare la sicurezza della gravida in se stessa e per farle apprendere una sequenza comportamentale in grado di aiutarla a ridurre la percezione del dolore ed a godersi uno dei momenti esistenzialmente più esaltanti della vita.