Questo sito contribuisce alla audience di

La psicosomatica come trasduzione dell'informazione

Il sistema limbico-ipotalamico visto come principale anello di trasmissione nei rapporti mente-corpo.

Dobbiamo riflettere sul fatto che la tendenza a dividere l’etiologia dei disturbi in cause organiche e psichiche perpetua il pregiudizio di un sostanziale dualismo mente corpo.

Abbiamo bisogno di un nuovo modo di vedere questo problema di così difficile soluzione ma così affascinante.
Seguendo E.Rossi potremmo ritenere che il corpo umano sia costituito da un insieme di sistemi informazionali interdipendenti: immunologico, ormonale, genetico ecc.
Ognuno di questi sistemi possiede propri autonomi e specifici linguaggi di codifica e di trasmissione del flusso informativo da cui è caratterizzata incessantemente la materia vivente.
In questa ottica, la mente, è solo uno dei sistemi di codifica e trasmissione delle informazioni, che collega l’individuo sia con il suo corpo sia con altri individui.
Dunque l’elaborazione e la trasmissione dei flussi informativi è del tutto comune al soma ed alla psiche e resta da capire in che modo ed attraverso quali vie, l’informazione ricevuta ed elaborata a livello semantico, possa essere codificata in linguaggio somatico e viceversa.
Negli ultimi anni grandi progressi sono stati compiuti nel comprendere questi fenomeni e vedremo prossimamente come l’ipnosi possa facilitare il processo di trasduzione mente-corpo dell’informazione rendendo possibile, e più rapido, il cammino verso guarigioni che talvolta hanno del sorprendente.
Molte prove sperimentali ci dicono che nel nostro cervello il sistema limbico-ipotalamico è il principale trasduttore psicofisico e analizzeremo le diverse vie di azione e reazione della mente sul corpo e viceversa, cercando inoltre di capire come sia possibile intervenire attivamente e terapeuticamente su queste.