Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Help

Domanda

Ciao Massimo, mi chiamo Marco,... ...soffro di una forma di ossessione-compulsione atipica,ansia generalizzata e conseguente ritiro sociale. Mi sono permesso di scriverti per chiederti un consiglio riguardo a ciò che potrei ancora fare; già, perchè io sono uno dei milioni di sventurati che ha sperimentato sulla propria pelle l'assoluta inettitudine della quasi totalità degli psichiatri (mi sono affidato a loro come conviene a tutte le brave pecore del gregge), i quali molto spesso hanno la coscienza solo come opzional, luminari di fama (e fame di onnipotenza oltrechè di soldi) o semplici idioti, così privi di umanità da non avere remore o dubbi di sorta nel dichiararmi ufficialmente ... ... dove, vista l'inefficacia dei farmaci somministrati mi ha prospettato la "sedia elettrica": NO, GRAZIE! ...Ad ogni modo, le ultimi diagnosi erano quelle di Fobia Sociale. ...A parte il fatto che alcuni risultati di questi infallibili test sono perlomeno "bizzarri", come il mio eccessivo sovrappeso da essi rilevato (sono alto 1,85 * 75 kg di peso......) e da una predisposizione caratteriale ad essere impulsivo, senza pensare troppo a ciò che dico (proprio io che rifletto delle ore prima di aprire bocca....), prontamente minimizzati dal medico alla mia richiesta di spiegazioni circa la loro affidabilità, la diagnosi che ne è scaturita è piuttosto infausta ( allego il referto in fondo alla lettera ) e che la psichiatria ufficiale non è certo in grado di guarire malgrado lui mi abbia ugualmente prospettato un suo piano d'intervento ( si sa, i soldi vengono prima di ogni altro scrupolo. CONCLUSIONI GENERALI ...Al disturbo ossessivo-compulsivo, così come sopra specificato, si associa una "sindrome depressiva" (depressione anancastica) di livello medio-moderato,...

Risposta

Caro amico
sono molto partecipe della tua delusione per le cure intraprese.
Voglio solo dirti che nonostante la nostra presunzione, siamo ancora ben lungi dall'aver individuato modalità di intervento certe ed efficaci nei risultati. Come ben sai la mente umana è una realtà molto complessa e tutto sommato, volendo essere onesti, siamo ancora dei pionieri alle prime armi. Questo per dirti che i colleghi a cui ti sei rivolto probabilmente hanno fatto tutto quello che era in loro potere attualmente con le nostre modeste forze.
Con tutto ciò non voglio assolutamente toglierti la naturale, doverosa speranza in un miglioramento della tua situazione. Credo che dovresti però trovare la forza di fidarti e di affidarti ad una persona che ti " ispiri " fiducia e di andare avanti con lei per un tempo sufficiente a rimuovere le cause profonde del tuo malessere e a ristrutturare il tuo mondo cognitivo.
Sei un persona intelligente ed un po' ipercritica e come tale risulterai, certamente un paziente stimolante ma non facile. Cerca, se puoi di collaborare con chi tenta di aiutarti. A risentirci,
Massimo

mar*** - 21 anni e 9 mesi fa
Registrati per commentare