Questo sito contribuisce alla audience di

Telefono rosso tra Stati Uniti e Iran in nome della pace

Una linea telefonica diretta tra Stati Uniti e Iran per consentire ai cittadini dei due paesi quello che i rispettivi leader faticano a portare avanti: il dialogo.

La singolare l’iniziativa e’ stata organizzata dall’associazione pacifista Enough Fear (lett. “basta con la paura”) che ha installato ieri nel Boston Common, il parco pubblico della capitale del New England, un telefono rosso che, a differenza di quello in uso durante la Guerra Fredda, ha consentito anche ai comuni passanti di porre domande libere agli abitanti del paese medio-orientale.

Grazie all’intermediazione di un’interprete, Rana, una studentessa iraniana del MIT che non ha dato il suo cognome per paura di ritorsioni da parte del suo paese d’origine, diversi giovani di Boston hanno potuto chiedere come sia la vita in Iran e quale sia l’opinione che gli Iraniani hanno dell’America.

Come vengono percepiti gli Stati Uniti nel tuo paese?” ha chiesto Sarah ,una neolaureata in comunicazione di Boston. Dall’altra parte del filo c’e’ una giovane artista di Teheran, ancora una volta coperta dall’anonimato: “Gli Iraniani non hanno problemi con il popolo americano. E’ il vostro presidente che e’ problematico e sta creando una situazione difficile per tutti”.

La linea diretta USA-Iran ha avuto una durata di circa un’ora durante la quale sono stati effettuati una quindicina di dialoghi telefonici.

Antonello Musina

Letto su rethinkamerica.blogosfere.it