Questo sito contribuisce alla audience di

Iran, è Polemica Sui Cani Di Ahmadinejad

Il presidente iraniano ha scatenato lo scontro tra gli ayatollah per la decisione di importare dei cani per la propria difesa personale.

Teheran, 4 feb. - (Aki) - Si sono dovuti scomodare gli ayatollah della città santa di Qom per giustificare l’acquisto di quattro cani da guardia per la sicurezza del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad (nella foto). Sulla base di un precetto islamico che definisce impuro il cane, Teheran ha infatti vietato ai possessori di questo animale domestico di esibirlo per le strade. La pena prevista è una multa salata o addirittura la ‘detenzione’ della bestia in centri appositamente creati. Ma ora Ahmadinejad ha comprato quattro cani dalla Germania al prezzo di 110mila euro l’uno, scatenando un’aspra polemica teologica. Tanto che sono dovuti intervenire anche alcuni ayatollah di rango.

 

L’agenzia ‘Fars’, considerata il megafono di Ahmadinejad, ha diffuso un ampio servizio dedicato ai cani presidenziali. “Pur essendo di razza tedesca - precisa innanzitutto l’agenzia - i cani sono stati acquistati da cuccioli e sono stati addestrati nella Repubblica Islamica per mano di istruttori iraniani”. Inoltre, “il loro acquisto è stato autorizzato con la fatwa di alcuni ayatollah (di Qom, ndr), i quali hanno decretato che l’utilizzo di questo animale, se ha solo l’obiettivo di garantire la sicurezza degli uomini, non infrange alcuna regola religiosa”.

 

Il giudizio non è però condiviso da altri religiosi, primi tra tutti quelli che, con le loro fatwa, hanno autorizzato le forze dell’ordine a multare chiunque si faccia vedere per la strada con il suo fedele amico.

 

Letto su Yahoo!Notizie