Questo sito contribuisce alla audience di

Diagnosi Iridologica e Oligoterapia

E’ merito di un medico ricercatore, il dott. Vincenzo Di Spazio che seguendo le direttrici di ricerca tracciate dal suo Maestro Dott. Siegfried Rizzi, è stato il primo a scoprire lo stretto collegamento di una struttura particolare che si trova nell’iride, introducendo equivalenze, con i principi dell’oligoterapia e della medicina cinese.

Carissimi che mi seguite pagina per pagina in questo gran libro dell’iridologia, vi mostro tre immagini per portarvi a scoprire questa microstruttura che si trova attorno alla pupilla, chiamata Orlo Pupillare Interno (OPI).
Nella prima vedete l’iride in toto, nella seconda più ingrandita nella parte centrale, infine la terza vi mostra il cosi detto orlo pupillare interno. (Photo by Nino Sala)

leftcenterright

E’ da questo piccolo orlo (OPI) che il dott. V. Di Spazio, medico naturopata e iridologo, ha sviluppato il suo originale approccio trovando piena espressione nella Microsemeiotica Oftalmica termine da lui stesso introdotto a disciplina scientifica, elaborando una classificazione dell’OPI in conformità a quattro morfologie fondamentali, stabilendo equivalenze con le diatesi (terreni deboli, predisposizioni) in Oligoterapia e precisamente:
1) – OPI Ipertrofico (vedi figura) – diatesi del manganese.
2) – OPI Ipotrofico – diatesi del manganese-rame.
3) – OPI Parzialmente Atrofico – diatesi del manganese-cobalto.
4) – OPI Atrofico – datesi del rame-oro-argento.

Queste equivalenze consentono un più mirato approccio all’uso degli oligoelementi catalitici e amplificano a cascata le informazioni diatesiche, grazie alla legge dei cinque elementi della medicina cinese.

Per chi vuole approfondire vi rimando ai seguenti libri del dott. V. Di Spazio:
- Ruolo dell’orlo pupillare interno in iridologia diagnostica, Piovan Editore Padova-1988.
- Il terreno diatesico in iridologia – Ricchiuto Editore Verona 1990.
- Appunti di Microsemeiotica Oftalmica- Alcione Editore – 1995.
.