Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • I figli di Socrate erano matti?

    Secondo le diverse, numerose e assai poco concordanti fonti Socrate ebbe una vita familiare assai poco equilibrata e tuttaltro che degna di un uomo saggio e passato alla storia come esempio di virtù e[...]

  • Si può ridere della morte?

    Si può ridere della morte? Un'associazione di disabili americani "NOT DEAD YET", ci dimostra che l'importante è non irridere la vita!

  • EMIL CIORAN

    Filosofo rumeno trapiantato in Francia, nel secolo scorso è assurto a portavoce e poeta del pessimismo, pensatore del nulla che di tutto sorride e davanti a nulla si incanta: un Socrate senza demone della verità e della felicità.

  • Le sentenze ironiche di Cioran

    «Dio: una malattia dalla quale immaginiamo di essere stati curati perché nessuno ai nostri giorni ne rimane vittima.»

  • Karl-Josef Kuschel: l'ironia presa con teologia

    Nulla esiste di più umano del riso, come ben già sapeva il filosofo greco Aristotele. Già per lui l'uomo si distingue da tutti gli esseri viventi per la propria capacità di ridere. Se un qualcosa riesce a ridere, quello è un uomo. E essere uomo significa poter ridere. Vale quindi la pena riflettere sul riso, se vogliamo comprendere l'uomo.

  • Soren Kierkegaard

    Forse non è noto a molti, tuttavia, il filosofo padre dell'esistenzialismo, ottenne il suo dottorato di magister in filosofia con un saggio dal titolo Sul concetto di ironia - in riferimento costante a Socrate …

  • Vladimir Jankélévitch

    Filosofo francese nato nel 1903 e morto nel 1985, è celebre soprattutto per il suo Trattato delle virtù. Come Socrate e come Kierkegaard - e altri filosofi ancora che conosceremo - ha fatto dell'ironia un modo di vivere e pensare prima ancora che un argomento di trattazione filosofica.