Questo sito contribuisce alla audience di

Reykjavik......... " Baia fumosa"

Questa e' la traduzione del nome della Capitale islandese

Fino ai primi del ‘900 Rejkjavik si poteva considerare solamente un grosso villaggio ma nel corso dell’ultimo secolo ha seguito un rapidissimo sviluppo, di pari passo a quello della stessa Societa’ islandese, oggi tra le piu’ avanzate del mondo. Modernissima Capitale, proprio per la suddetta ragione puo’ vantare pochissimi monumenti del passato : in genere gli edifici piu’ antichi risalgono al XVIII sec. ed alcune delle casse piu’ antiche si possono trovare nella zona compresa fra il vecchio porto e il Tjomin.

Reykjavik e’ stata il cuore del Paese sin da quando il primo colono, Ingolfur Arnarson, nel 874 decise di stabilirsi sulle sponde del laghetto che oggi rappresenta il cuore della citta’. Ingolfur la chiamo’ “Baia fumosa” (questo significa il nome della citta’ ) a causa delle bianche nubi che vedeva sollevarsi dal suolo, prodotte dalle sorgenti termali : e’ proprio grazie ad esse che oggi Reykjavik puo’ vantarsi di essere una metropoli “senza fumo” ossia senza smog.

Ogni abitazione, infatti, e’ riscaldata utilizzando le risorse geotermiche, grazie alle quali viene anche prodotta l’energia di cui necessitano i suoi abitanti, in modo tale che l’aria che si respira sia quasi indenne da inquinamento. Oggi con i suoi oltre 100.000 abitanti, la capitale ospita 2/5 della popolazione dell’intero paese ed e’ il simbolo del rapido passaggio dell’Islanda da una societa’ rurale alla moderna tecnologia.

Attivita’ ed avvenimenti artistici costituiscono un aspetto importante nella vita della Capitale, il cui ruolo culturale e’ essenziale per un popolo dinamico come quello islandese. Reykjavik vanta numerosi Musei tra i quali spicca per l’originalità’ delle sue architetture la Galleria di Scultura Asmundur Sveinsson, dedicata al grande artista scomparso nel 1982

Ultimi interventi

Vedi tutti