Questo sito contribuisce alla audience di

MISSIONE PARLAR CHIARO OVVERO Mission Impossible?

Sembra che sia suonata la fine del burocratese, quella lingua tutta speciale, un vero e proprio gergo per iniziati, che domina nei ministeri.

Uno staff di esperti é stato nominato dal Ministro delle Finanze Frattini per ripulire la lingua delle circolari e farla diventare italiano “vero”. Tutti siamo venuti in contatto prima o poi con le pastoie burocratiche: una multa, un bando di concorso, un ricorso, un esposto e via affastellando. Per non parlare degli insegnanti e del gergo scolastico che sono costretti a digerire: piani di lavoro, verbali dei consigli di classe e quant’altro (sopratutto le circolari ministeriali, aiuto!) sono un’ottima palestra del burocratese.
Giri di parole per dire tutto e niente, vero trionfo dell’azzeccagarbugli manzoniano e di una certa cultura tipicamente italiana che spacca il capello in quattro e sfrucuglia nei meandri del diritto, delle leggi e leggine, degli emendamenti e via legiferando.

Ma ora parte la battaglia del parlar chiaro! Il gruppo anti-burocratese viene coordinato da Alfredo Fioritto, ed é affiancato da tre giuristi, tre linguisti e un esperto di siti web, dove forse si legge l’italiano più usato.
La prima tappa comprende un servizio di consulenza telefonica: i funzionari potranno chiedere aiuto per accedere a un vocabolario più comprensibile e far tradurre testi che ormai vanno in automatico, per la forza dell’abitudine. Quella confinata in molti, troppi uffici statali.
Sapete ad esempio come comincia un verbale di polizia? Il giorno tot, alle ore tot, venivo comandato di servizio

Come verranno sostituite espressioni del genere? Be’, proprio questo é il compito della missione Parlare chiaro. Alla fine verrà compilato un bel database per il bignami del burocrate perfetto. Forse dovremmo cominciare ad eliminare quell’espressione mista, grecofrancese, di burocrate. Ma se questo termine ha ormai un’accezione ampia, e perfino ironica, saranno altri preamboli a dover essere sostituiti.
Sapete tradurre In esito all’istanza sopraccitata, sentito il parere del competente collegio per la protezione delle bellezze naturali, ai sensi del D.lgs x ed in virtù della I.R.T. y si autorizza l’intervento proposto?
Semplicissimo: Il collegio per la protezione dlle bellezze naturali ha esaminato il progetto ed ha espresso parere favorevole! Così uno capisce subito senza addentrarsi in ghirigori trita-buonsenso. Inoltre sarà diversa anche l’impostazione logica e grafica degli atti. Espressioni solenni che arrivano dritte dall’ablativo assoluto latino quali visto, considerato, ritenuto eccetera passeranno in secondo piano per mettere in bella vista la decisione presa.
Di una sentenza insomma non si dovranno leggere decine di pagine per sapere “come va a finire” (sentenza o

Ultimi interventi

Vedi tutti