Questo sito contribuisce alla audience di

Aisciuda ladina

Cinque giornate di dibattiti, incontri, iniziative culturali e teatrali con sede in strutture alberghiere e ricettive.

Aisciuda Ladina Al via la seconda edizione dell’Aisciuda Ladina, iniziativa del Comprensorio Ladino di Fassa in collaborazione con la Scuola Ladina di Fassa, l’Union di Ladins e l’Istituto Culturale Ladino, per valorizzare la lingua di minoranza sul territorio.

Partner d’eccezione quest’anno l’Associazione Giovani Albergatori del Trentino – sezione di Fassa - per un tema nuovo: ladino e economia, la valorizzazione dell’identità e della lingua di minoranza nel campo economico e soprattutto turistico.

Cinque giornate di dibattiti, incontri, iniziative culturali e teatrali con sede in strutture alberghiere e ricettive.

“Asciuda Ladina” significa “primavera”. Questo nome ha un riferimento preciso, poiché ricorda la data storica della primavera del cinque maggio del 1920, quando per la prima volta i ladini de Sella si riunirono al Passo Gardena per dimostrare l’unità di intenti di essere un popolo unito per lingua, storia e cultura.

Cinque giorni, da martedì 4 a sabato 8 maggio, che il Comprensorio Ladino, assieme all’Union di Ladins de Fascia, alla Scuola Ladina e all’Istituto Culturale Ladino, ha deciso di dedicare alla lingua di minoranza e ai suoi parlanti, con particolare attenzione al rapporto fra identità e offerta turistica, colonna portante dell’economia fassana.

Partner d’eccezione l’Associazione giovani albergatori del Trentino che assieme all’Ufficio servizi linguistici e culturali del Comprensorio ladino di Fassa proporrà la realizzazione di un nuovo club di prodotto ‘Ladinhotel’ peculiare e unico per la comunità ladina.

Il club di prodotto prevede l’uso del ladino all’interno delle strutture che aderiranno al progetto, attraverso l’adozione di menù, insegne, indicazioni e siti anche in lingua di minoranza, accanto a iniziative di carattere culturale e identitario che permettano all’ospite di sentire e avvertire l’atmosfera peculiare e unica del nostro territorio.

Per saperne di più:
4-8 maggio 2010. Aisciuda ladina, setemèna del lengaz

Ultimi interventi

Vedi tutti