Questo sito contribuisce alla audience di

Il più bel fior ne coglie...ovvero l'Accademia della Crusca

Conoscere la storia della nostra lingua attraverso le pagine virtuali dell'Accademia della Crusca.

Che cos’è una lingua? Per Maria Luisa Altieri Biagi (in Io amo, tu ami, egli ama….Mursia, 1989) essa è un oggetto a tre dimensioni: la dimensione del tempo, dello spazio geografico e dello spessore sociale.

accademiaSpesso dimentichiamo una di queste dimensioni che, forse più delle altre ridà la magia a quelle parole un po’ ingiallite che si trovano in alcuni libri del passato più o meno remoto e che spesso i ragazzi (loro malgrado e per fortuna!) leggono.
In alcune parole di quei testi c’è una tale preziosità antiquaria che rende tutto il loro spessore e fascino anche se usate in un contesto mosaicale con parole più nuove.
Chi o meglio che cosa ci può aiutare a riscoprire la preziosità, la ricchezza del grande patrimonio linguistico e culturale della nostra lingua se non l’ Accademia della Crusca?
L’Accademia della Crusca è sorta a Firenze tra il 1582 e il 1583, per iniziativa di cinque letterati fiorentini : Deti, Grazzini,

Canigiani, Zanchini, Bastiano de’ Rossi ai quali si aggiunse subito Lionardo Salviati, ideatore di un vero programma culturale e di codificazione della lingua. Dalle loro animate riunioni, chiamate scherzosamente “cruscate”, derivò il nome di “Accademia della Crusca”, vòlto poi a significare il lavoro di ripulitura della lingua.
Nel sito è possibile accededere a varie aree tematiche che approfondiscono sempre più e a da varie angolature la storia della nostra lingua.
L’Accademia ha attivato varie collaborazioni:
* Opera del Vocabolario Italiano in collaborazione con il CNR
* Accademia delle Scienze di Moscagatta
* Casa Editrice Wiedza Powszechna di Varsavia
* Dizionario della libertà in collaborazione con la Regione Toscana
Nell’area Notiziario sono messi in evidenza eventi interni, esterni e quelli posti sotto la lente di ingrandimento per il loro grande valore linguistico-culturale.
C’è poi l’area Pubblicazioni.

La Biblioteca Virtuale è uno spazio appositamente ritagliato per rendere accessibili i vari progetti multimediali dell’Accademia, che costituiscono importanti banche-dati sui principali strumenti della lingua, in particolar modo i vocabolari e le grammatiche.
frulloneNell’area La lingua in Rete è possibile accedere a sei sottosezioni dedicate a fornire consulenza linguistica di diverso tipo.

E, infine, nell’area Crusca in Gioco è possibile conoscere e prendere visione di raccolte sulle curiosità relative all’Accademia: dai suoi simboli alle imprese editoriali dal Seicento a oggi, dai personaggi più illustri alle più recenti presenze televisive. Si potrà così scoprire, ad esempio, che fra i simboli più diffusi dell’Accademia c’è, oltre al “Frullone”, anche la gatta.
A questo punto non resta che augurvi buona scoperta e buona ricerca.

Ultimi interventi

Vedi tutti