Questo sito contribuisce alla audience di

L’incipit

Come si inizia un racconto e di come si inizia un romanzo.

Bisogna sempre pensare che la prima regola è quella di afferrare il lettore, e fare in modo che non si stacchi più dalla lettura.
L’incipit non è altro che il principio di questa seduzione, dunque ha un’importanza fondamentale.

L’incipit tradizionale
Tutte le storie, ma soprattutto le fiabe iniziano con “c’era una volta”.
L’inizio per i bambini che non devono perdersi nel testo e nel racconto, è una linea retta.
Questo è un esempio di base, e sa da questi passiamo agli incipit veri e propri dobbiamo tenere conto di un fattore fondamentale: l’incipit non è un riassunto in poche righe di quello che scriverete in tutto il testo.
Non si deve rivelare subito che cosa accadrà.
Si danno una serie di informazioni , si aggiunge un elemento laterale, si introduce un elemento i desiderio.
Si crea un’attesa.

Molto spesso, e non solo nella narrativa, l’inizio in media res è sempre molto efficace.
Bisogna stare attenti a non dire troppo, a non spiegare, a non rendere esplicito ciò che in un testo deve diventare esplicito man mano che si scrive.
Quando non si ha molta esperienza, conviene utilizzare il più possibile la prima persona.
E’ molto più facile da gestire, ed è molto più calda.
La prima persona è più naturale, la prima persona è il modo in cui permette di raccontare anche i pensieri, i vostri, come fossero quelli del vostro personaggio.
La prima persona è come un diario, e il diario è la prima forma di letteratura che avete mai praticato nella vostra vita.
Cercate di non utilizzare la terza persona, almeno quando si scrive i primi racconti o il primo romanzo.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati