Questo sito contribuisce alla audience di

Soba & Udon, un po' di storia.

Quando ci sediamo davanti ad una scodella di Udon o di Soba bella fumante di rado può capitare di pensare alle origini gastronomiche che hanno avuto questi "tagliolini" asiatici. Vediamole da vicino.

I Soba e gli Udon sono due differenti tipi di tagliolini molto amati dal popolazione giapponese.

Possono essere mangiati sia caldi che freddi e ne esistono diversi tipi a seconda della regione in cui vengono preparati.

Si dice che i Soba hanno le loro origini in Cina e furono portati in Giappone dai monaci buddisti verso la fine del periodo Jomon.

All’epoca erano chiamati Sobamugi poichè erano utilizzati come cibo d’emergenza.

Ci sono testimonianze antiche che raccontano che per combattere una carestia, nell’epoca di Nara (710 - 794), fosse stata impiegata farina di grano saraceno per fare le fettuccine per sfamare la gente.

Il grano saraceno ha alte qualità nutritive ed in particolar modo è ricco di vitamina B. La farina prodotta estraendola dalla parte interna del grano è bianca e se si utilizza anche la buccia si avrà un gusto più ricco ed il colore tipico dei noodles tanto amati in Giappone.

Gli Udon, come i Soba, si ottengono mescolando la farina all’acqua fredda salata. Poi s’impasta a lungo, si tira la pasta ed infine si tagliano a striscioline.

Ma ricordatevi che la differenza sta tutta nel tipo di farina che impiegherete: farina di frumenti per gli Udon, farina di grano saraceno per i Soba.

Link correlati