Questo sito contribuisce alla audience di

Yamato, l'ultimo film.

Yamato, l'ultima battaglia', un kolossal destinato a sbancare i botteghini giapponesi.

Il film ‘Yamato, l’ultima battaglia’ va in scena da sabato prossimo in tutte le sale del Giappone, 60 anni dopo che la corazzata ‘Yamato’, vanto della marina militare nipponica, affondò nel Mar Cinese orientale sotto il fuoco di 400 bombardieri americani mentre tentava una disperata operazione kamikaze al largo dell’arcipelago di Okinawa. Dei 3.333 marinai a bordo nel sopravvissero solo 267.
E’ un film interamente giapponese, un kolossal storico-rievocativo costato quasi 19 milioni di euro, record assoluto nella patria di Kurosawa.
“Il messaggio del mio film è chiaro: voglio che i giapponesi di oggi tornino a vivere con fierezza e senso di responsabilità”, ha detto oggi in una conferenza stampa il produttore del kolossal Haruki Kadokawa. Molto conosciuto in Giappone, Kadokawa non ha badato a spese investendo molto di suo nel kolossal. L’idea è di lunga data: nasce nel lontano 1985 quando il produttore partì alla ricerca del relitto della corazzata, chiamato ‘Yamato’ dall’antico nome del Giappone. “Riuscimmo a localizzare la carcassa sul fondo marino nell’aprile 1985. Resto convinto che gli spiriti dei marinai periti nella tragedia mi abbiano guidato per mano” ha ricordato il produttore.
Il film, diretto dal regista Junya Saito, 73 anni, che ha ricostruito in studio una corazzata pari ai due terzi del reale relitto, racconta il ritorno sul luogo della tragedia nell’aprile 2005 di uno dei supersititi, un vecchio pescatore, ed è pieno di memorie di marinai senza nome. “E’ una missione suicida - sostiene uno degli ufficiali in una disputa tra commilitoni sull’insensatezza della sortita della Yamato - La nostra morte è necessaria per aprire la strada alla rinascita di un Giappone che prosperi nella pace”.
Il film appare destinato a sbancare i botteghini in Giappone. Ben di più del kolossal hollywoodiano ‘Memorie di una geisha’, nelle sale in Giappone e negli Stati Uniti dal 10 dicembre e da domani anche in Italia. Non sono ancora noti i dati della prima settimana di proiezioni ma il film hollywoodiano con protagoniste cinesi è stato accolto con freddezza dal pubblico del Sol Levante. Al confronto, la Yamato ha un’enorme forza nell’immaginario collettivo giapponese: i bambini giocano ancora con modellini della corazzata inaffondabile e un’enorme replica verrà esposta per le feste a Ginza nel cuore di Tokyo. Mentre non si contano i manga e le serie tv ispirati all’ultima battaglia della supercorazzata.

 

Fonte Trovacinema.it