Questo sito contribuisce alla audience di

Introduzione alla cultura giapponese.

Il pieno e il vuoto. La diversa concezione della soggettività e il suo rapporto, tenue in Occidente, strettissimo in Giappone, con il contesto locale. Una visione tutta nuova raccontata attraverso le parole di Hisayasu Nakagawa.

L’appartenenza religiosa non esclusiva, motivo per cui un giapponese può essere senza difficoltà buddista e scintoista.

La diversa concezione della contemplazione e dell’attività, che per un giapponese non sono così separate come possono esserlo per un occidentale.

La diversa idea dell’arte. Infine una diversa idea della verità: vero per l’occidentale è ciò che è svelato, mentre è così importante per il giapponese l’invisibile ­ si pensi in pittura all’importanza della nebbia o della pioggia dietro le quali si coglie la presenza della montagna, o dei tessuti sotto i quali si amano i corpi.

€ 11.50

Brossurato

Pag. 128

Ed. Mondadori