Questo sito contribuisce alla audience di

Nuove intercettazioni inedite

Ultima puntata - per ora - della telenovela nuove intercettazioni. Vale sempre quello che ho detto in altre occasioni: immaginatevi se quello che sentite lo avesse detto Moggi. I commenti sarebbero molto[...]

giacinto facchetti da giocatore

Ultima puntata - per ora - della telenovela nuove intercettazioni. Vale sempre quello che ho detto in altre occasioni: immaginatevi se quello che sentite lo avesse detto Moggi. I commenti sarebbero molto diversi. 30 gennaio 2005, l’ex presidente dell’Inter e l’ex designatore arbitrale parlano di Trefoloni e dei suoi cattivi rapporti con l’allora tecnico nerazzurro Mancini subito prima della partita Palermo-Inter - venne diretta da Trefoloni e finì con una vittoria dell’Inter per due a zero.

Bergamo: “Vedrai che tutto va per il verso giusto, lui è molto sereno e disponibile”.
Facchetti: “Ho parlato anch’io con Mancini”.
Bergamo: “Vedrai che fanno una bella partita tutti e due, voi come squadra…”.
Facchetti: “Tranquillo, ho già parlato con Mancini”.
Bergamo: “…volevo tranquillizzare te e di conseguenza chi ti sta vicino”.

Un’altra telefonata intercettata ma scartata dagli inquirenti, riguarda nuovamente il duo Bergamo-Facchetti, prima della gara Juventus-Inter dell’aprile 2055 (diretta da De Santis e finita con una vittoria per uno a zero dell’Inter). Bergamo: “Sto preparando le partite di domani e ci ho tenuto molto alla partita con la Juventus, la partita era stata preparata bene…De Santis d’altra parte… lui deve pensare al mondiale… non può pensare ad altre storie… quindi mi ha accontentato in quella partita…”.
Facchetti: “Noi adesso dobbiamo riprenderci subito”.
Bergamo: “Io poi avevo voglia di fare un salto a Milano… di farti vedere delle cose per il prossimo anno, è di interesse vostro… vorrei lasciare le cose sistemate bene… magari ti do una telefonata”.

C’è pure il caso del referto alterato per sfavorire il sistema Moggi, come mostra una telefonata intercettata tra Bergamo e Pairetto.
Bergamo: “Ayroldi si è comportato male in Roma…Roma, Roma Roma…(intendeva Roma- Palermo finità 1 a 1)”. “Alla fine della partita Totti lo ha mandato a cagare, ha mandato a cagare Trefoloni, ma lui non se ne è accorto…. e nello spogliatoio ha detto lui che doveva scrivere questa cosa. Ha fatto un discorso non chiaro, è stato ascoltato ma non da Matteo. Quando è stato ascoltato non da Trefoloni. Quando sono arrivato il giovedì successivo all’allenamento questo cretino di Ayroldi parlando con un altro arbitro ha detto: ‘Oh meno male che non ho scritto di Totti… te lo immagini…. giocavano con la Juve, metti caso che lo squalificavano e perdevano davano la colpa che non c’era Totti. Matteo ha detto ma che cazzo dici questa storia la sai te…’”.
Pairetto: “E’ proprio un… non è un malizioso, è da sciocchi parlare in presenza di altri…”.

Ultimi interventi

Vedi tutti